Giornata Mondiale della famiglia, le frasi di Madre Teresa di Calcutta

Giornata Mondiale della famiglia, le frasi di Madre Teresa di Calcutta dedicate ai bambini e al nucleo familiare.

Oggi, 15 maggio, si celebra la Giornata Mondiale della Famiglia: le frasi di Madre Teresa di Calcutta dedicate alla più importante delle unioni possono risultare utili da leggere ai bambini. Magari si può cogliere l’occasione per affrontare l’argomento con i piccoli di casa, scoprire quale sia la loro visione della famiglia e cogliere lo spunto per invitarli ad una riflessione in merito.

Giornata Mondiale della famiglia

La ricorrenza è stata istituita nel 1993 dall’Onu. Il suo obiettivo è quello di diffondere tra la gente la consapevolezza relativa ai benefici legati alle famiglie. Il tema di quest’anno è “Famiglie e nuove tecnologie”.

Frasi sulla famiglia di Madre Teresa

Madre Teresa di Calcutta ha dedicato la sua vita al prossimo e alla carità. Da sempre al centro del cuore della donna, divenuta santa nel XX secolo, c’è stata la famiglia, promossa da una serie di sue riflessioni in merito. Ecco le frasi più significative.

Giornata Mondiale della famiglia, le frasi di Madre Teresa di Calcutta

  • I figli sono come gli aquiloni: gli insegnerai a volare, ma non voleranno il tuo volo. Gli insegnerai a sognare, ma non sogneranno il tuo sogno. Gli insegnerai a vivere, ma non vivranno la tua vita. Ma in ogni volo, in ogni sogno e in ogni vita rimarrà per sempre l’impronta dell’insegnamento ricevuto.
  • I genitori devono essere affidabili, non perfetti. I figli devono essere felici, non farci felici.
  • L’amore comincia a casa: prima viene la famiglia, poi il tuo paese o la tua città.
  • Il vero amore deve far sempre male. Deve essere doloroso amare qualcuno, doloroso lasciare qualcuno. Potresti dover morire per lui. Quando ci si sposa si rinuncia a ogni cosa per amarsi reciprocamente. La madre dà la vita a suo figlio e soffre molto. Solo allora si ama sinceramente. La parola amore è così mal interpretata e abusata.
  • Cercare di infondere nei cuori dei vostri figli l’amore per la casa. Fate in modo che desiderino ardentemente stare con la propria famiglia. Molti peccati si potrebbero evitare se la nostra gente amasse davvero la propria casa.
  • Non aspettare di finire l’università, di innamorarti, di trovare lavoro, di sposarti di avere dei figli e di vederli sistemati, di perdere dieci chili… che arrivi il venerdì sera o la domenica mattina, la primavera, l’estate, l’autunno o l’inverno… non c’è momento migliore di questo per essere felice. Donati interamente a Dio. Egli si servirà di te per compiere grandi cose a condizione che tu creda più nel suo amore che nella tua fragilità.
  • Il regalo più bello? Il perdono. Quello indispensabile? La famiglia.
  • Ieri è trascorso. Domani deve ancora venire. Noi abbiamo solo l’oggi. Se aiutiamo i nostri figli ad essere ciò che dovrebbero essere oggi, avranno il coraggio necessario per affrontare la vita con maggior amore.
  • Qual è la peggiore sconfitta? Scoraggiarsi! Quali sono i migliori insegnanti? I bambini!

Photo | Pixabay