Harry e Meghan premiati per la scelta di limitarsi a soli due figli

La ong ambientalista britannica Population Matters ha premiato Harry e Meghan per la scelta di avere solo due bambini e limitare l’impatto ambientale

Harry e Meghan sono stati premiati dall’associazione Population Matters per la loro decisione di limitarsi a soli due figli. Una scelta abbastanza comune che è condivisa dalla maggior parte delle persone che mettono su famiglia. Forse un po’ meno dalle famiglie Royals, famose per avere tanti figli, anche se ormai non sono tante a fare 5 o 6 bambini.

Lady Diana e il Principe Carlo hanno avuto solo due figli, William e Kate sono a quota tre e non credo che arriverà il quarto.

Harry e Meghan: il premio

Nel 2019 il Principe Harry e Meghan Markle hanno dichiarato pubblicamente che vogliono avere solo due figli per non gravare sul pianeta e ridurre l’impatto sulla Terra. Una presa di posizione che mira a dare il buon esempio e rendere sostenibile il futuro sul nostro pianeta. Avevano raccontato del loro progetto di vita in un’intervista su Vogue UK nel 2019 condotta da Jane Goodall, un’ambientalista britannica che studia gli scimpanzé.

C’è da dire che un tempo ci si sposava giovanissimi (anche i reali) e quindi era abbastanza normale avere famiglie numerose. Adesso ci si avvicina al matrimonio e alla gravidanza in età più matura, Meghan tra pochi giorni spegnerà 40 candeline.

La ong ambientalista britannica Population Matters ha scelto di premiare Harry e Meghan, nella speranza che tanti seguono il loro esempio. Dare il premio a una coppia così tanto famosa aiuta anche a fare da cassa di risonanza al messaggio che vogliono promuovere.

Un portavoce della ong ha dichiarato:

“Scegliendo e dichiarando pubblicamente l’intenzione di limitare la loro famiglia a due, il duca e la duchessa del Sussex stanno dando una mano ad assicurare un futuro migliore per i loro figli e stanno anche dando l’esempio ad altre famiglie. Avere una famiglia più piccola riduce l’impatto sulla Terra e dà una possibilità a tutti i nostri figli, ai loro figli e alle future generazioni di prosperare su un pianeta sano”.

via | ansa