I bambini si sentono soli? Ecco i segnali a cui fare attenzione

Come capire se i bambini si sentono soli? Consigli per riconoscere i segnali e fronteggiare questo aspetto della pandemia Covid-19

Come si fa a capire quando i bambini si sentono soli? La pandemia fa male sotto tutti i punti di vista, anche e soprattutto sulla nostra psiche e su quella dei più piccoli. I bambini soffrono per il distanziamento e per tutte le restrizioni causate dal Covid-19, per la mancanza delle attività ricreative, esattamente come gli adulti.

La differenza tra i grandi e i bambini è che noi, in qualche modo, riusciamo a mettere in fila le nostre emozioni, capiamo cos’è che ci fa sentire tristi. Ci rendiamo conto di sentirci soli e di essere frustrati, sappiamo qual è il problema anche se magari c’è poco da poter fare.

I bambini si sentono soli

bambini si sentono soli

I bambini spesso avvertono un malessere, sono nervosi ma non sanno come affrontare questo disagio che sentono dentro. Non riescono a capire che il problema è la sensazione di solitudine o la mancanza di alcune cose. E allora si comportano male, sono nervosi o irascibili e hanno poca pazienza.

Alcuni comportamenti che possono destare un po’ di preoccupazione sono un cambio caratteriale, ad esempio non aver voglia di studiare o di seguire le lezioni. Il lamentarsi eccessivo per ogni cosa e il non aver voglia di fare nulla. Lanciare oggetti e avere momenti di aggressività nei confronti dei fratelli. Anche il piangere spesso o avere un linguaggio maleducato sono segnali di malessere.

Se vi accorgete che i bambino ha questi comportamenti potete provare a parlargli e a farli aprire un po’, in modo da mettere a fuoco il problema e provare a trovare una soluzione.

Nel caso in cui il malessere fosse profondo, vi consigliamo di rivolgervi a uno psicologo specializzato. È sempre meglio aiutare i bimbi in ogni modo possibile, senza mettere la testa sotto la sabbia.

via | nationalgeographic