I figli di George Clooney lo prendono in giro in italiano

George Clooney super papà e i figli che lo prendono in giro, sfruttando la loro abilità nell’imparare velocemente e meglio di lui l’italiano

George Clooney in versione super papà, anzi in versione papà vittima preferita dei suoi figli! Ospite del Jimmy Kimmel Live, George Clooney ha rilasciato un’intervista simpatica in cui parla dei suoi figli e della moglie, la bellissima Amal Alamuddin.

George e Amal hanno due bambini di tre anni, due pestiferi gemelli che chiamano Ella e Alexander. La famiglia Clooney è molto riservata e su di loro regna la privacy più assoluta. Fa piacere quindi quando sono loro stessi a raccontare un po’ di avventure della loro famiglia.

George Clooney, l’italiano e i figli

figli di George Clooney

Ella e Alexander sono bimbi svegli e grazie alle frequenti vacanze in Italia parlano fluentemente italiano, al punto che usano la nostra lingua per prendere in giro i genitori. Ebbene si, il sex symbol George Clooney è preso in giro dai suoi bimbi di tre anni: lui li sgrida, e loro rispondono in italiano.

George e Amal non parlano bene l’italiano, conoscono solo poche parole e le frasi comuni, i loro bimbi sono diventati molto più bravi di loro…. Al Jimmy Kimmel Live, il povero George ha raccontato:

“Abbiamo fatto una cosa davvero stupida. A tre anni loro parlano correntemente l’italiano, ma io e mia moglie no. Quindi è davvero terribile; li abbiamo armati di una lingua speciale. Se dico loro ‘andate a mettere in ordine la vostra stanza’, loro rispondono ‘papà stranzo”. Io sono del Kentucky, per me già l’inglese è una seconda lingua”.

I piccoli di casa Clooney sono bravissimi in Italiano grazie a Viviana Frizzi, la cuoca personale di Clooney dal 2008, che è una presenza fissa in casa e nella vita dei bimbi. Ella e Alexander chiacchierano con la cuoca italiana e, tra una pizza margherita e una cotoletta, in appena tre anni hanno imparato alla perfezione a parlare italiano.

I Video di Bebèblog

George, Charlotte e Louis nel primo video ufficiale