La storia della Befana per bambini

La storia della Befana per bambini è un appuntamento magico delle feste. Si tratta della strega del Natale, anche se poi è più vecchietta che una strega. La conosci?6 gennaioLa befana si festeggia il 6 gennaio. Come mai? È la commemorazione del giorno in cui i Re Magi giunsero al presepe per portare i doni

La storia della Befana per bambini è un appuntamento magico delle feste. Si tratta della strega del Natale, anche se poi è più vecchietta che una strega. La conosci?

6 gennaio

La befana si festeggia il 6 gennaio. Come mai? È la commemorazione del giorno in cui i Re Magi giunsero al presepe per portare i doni a Gesù (l’epifania).

Si festeggia quella che in Europa viene chiamata “la strega del Natale”.

La tradizione italiana prevede che la Befana la notte tra il 5 e il 6 gennaio a bordo della sua scopa raggiunga le case dove ci sono bambini per lasciare dei dolcetti all’interno di una calza.

Il nome “Befana” compare per la prima volta in una scrittura del 1549 e probabilmente deriva della parola greca “epifania”.

La sua leggenda, infatti, è legata a quella dei Re Magi e risale al momento in cui nacque Gesù o, più precisamente, a circa 12 giorni dopo quell’evento.

La storia della Befana

La storia della Befana narra che il 5 gennaio i Re Magi si imbattessero nella Befana mentre spazzava il pavimento e si occupava delle faccende domestiche. Si sono fermati a chiacchierare e l’hanno invitata a proseguire il viaggio con loro.

La Befana declinò l’offerta: aveva troppi lavori in casa da terminare e non aveva tempo di andare a trovare il Bambin Gesù.

I Re se ne andarono un po’ dispiaciuti e la donna, poco dopo, si rese conto di aver commesso un errore: il bambino che non era andata a trovare non era un semplice bambino, ma il Re del Mondo.

La vecchietta decise così di partire da sola e caricò sulla scopa un enorme sacco di regali.  Non sapeva però come arrivare a Betlemme. E così passò la notte a girare per tutte le case del mondo lasciando doni sperando di trovare Gesù.

Portava dolci e carbone (simbolo di fertilità in epoca precristiana) ed è quello che ancora oggi i bambini italiani trovano la mattina del 6 gennaio.

Foto di sara150578 da Pixabay