Leo e Giulia: un cartone animato per spiegare la pandemia ai bambini

Leo e Giulia: scopri il cartone animato che parla ai bambini della pandemia di Covid 19

Come spiegare la pandemia di Covid 19 ai bambini? E perché è importante che anche i piccoli di casa si rendano conto della situazione che stiamo vivendo ormai da 2 anni? A parlare di questo argomento è il nuovo cartone animato dal titolo “Leo e Giulia“, nato da un progetto di divulgazione scientifica ad opera della professoressa Anna Odone.

La dottoressa è docente di Igiene e Sanità Pubblica all’Università di Pavia. Di recente, la Odone ha concentrato i suoi sforzi nella progettazione e realizzazione di un cartone animato istruttivo, in modo da spiegare ai bambini della scuola primaria cosa sta effettivamente accadendo, approfondendo concetti come quello di “epidemia”, “pandemia” e “prevenzione”.

Leo e Giulia sono i due protagonisti del cartone animato, realizzato dallo studio di animazione “Maga Animation”. Il progetto ha visto la partecipazione di un team di esperti di sanità pubblica, epidemiologia e malattie infettive.

Insieme, gli esperti hanno analizzato e strutturato i dialoghi in modo da renderli il più comprensibili possibile per i bambini, spiegando in modo attento cos’è il Coronavirus, come viene trasmesso, cosa vogliono dire i termini “epidemia” e “pandemia”, e soprattutto cosa possono fare i bambini per contribuire a prevenire il contagio e la diffusione del virus.

“Leo e Giulia”, un cartoon per spiegare la pandemia ai bambini

Il cartone animato Leo e Giulia è stato realizzato in italiano. Timvision si è inoltre occupata del doppiaggio del nel linguaggio dei segni. In questo modo, anche i bambini non udenti potranno ricevere i giusti strumenti per comprendere cosa sta accadendo in questo momento.

Sono convinta che i bambini possano comprendere contenuti scientifici anche complessi, se veicolati con linguaggi appropriati e che sia responsabilità della nostra disciplina, la Sanità Pubblica, trasmettere l’importanza della prevenzione anche ai più piccoli,

spiega la dottoressa Odone. Grazie a questo nuovo progetto, l’esperta spera di poter aiutare i bambini ad assumere comportamenti volti a proteggere la salute dei propri familiari e della collettività.

via | Ansa
Foto di Leo Fontes da Pixabay