Santa Caterina da Siena, la storia da raccontare ai bambini

Santa Caterina da Siena, la storia da raccontare ai bambini per conoscere questa importante figura religiosa.

Il 29 aprile, nel giorno della sua morte, Santa Caterina da Siena (Caterina di Jacopo di Benincasa), nata nella città toscana il 25 marzo del 1347 e morta a Roma il 29 aprile del 1380. Religiosa, teologa, filosofa e mistica italiana, Pio II nel 1461 ha canonizzato questa importante figura femminile, dichiarata in seguito dottore della Chiesa da Paolo VI.

Lo sapevi che è patrona d’Italia insieme a San Francesco d’Assisi e compatrona d’Europa? Santa Caterina, infatti, è stata proclamata patrona d’Italia nel 1939 da Pio XII, assieme al poverello di Assisi. E in seguito compatrona d’Europa da Giovanni Paolo II il 1º ottobre del 1999. Santa Caterina è oggi anche la patrona della città toscana di Siena, così come della contrada del Drago e della contrada dell’Oca. È anche patrona del Corpo delle infermiere volontarie della Croce Rossa italiana e dell’Associazione per l’assistenza spirituale alle Forze Armate – P.A.S.F.A.

Storia di Santa Caterina da Siena

Qual è la storia di Santa Caterina da Siena da raccontare ai più piccoli di casa, magari a catechismo? Caterina fin da bambina ha sentito la chiamata del Signore, decidendo di dedicare tutta la sua vita a servire Dio. Pregava tantissimo dentro la sua cameretta, aiutava i poveri, donava tutto quello che aveva e per questo motivo i genitori erano molto preoccupati per il suo comportamento. Non teneva mai niente per se di quello che le veniva donato.

Inoltre Caterina era famosa perché riusciva sempre a far fare la pace a tutti quanti, riunendo le famiglie, i fratelli, gli amici, invitando tutti a perdonare e a trovare la pace e l’amore nel nome di Gesù. Ma non si limitava a questo. Nel corso della sua vita spesso Caterina ha scritto ai potenti del mondo per invitarli a smettere di farsi la guerra. Si è presentata anche dal Papa per incoraggiarlo a continuare il suo operato per creare un mondo più pacifico dove uomini e donne potessero vivere in armonia.

 

Foto Getty