La cicerchiata di Carnevale, la ricetta che piace ai bambini

La cicerchiata di Carnevale è una classica ricetta marchigiana di questo periodo di festa, che siamo soliti mangiare anche in altre regioni del bel paese con qualche piccola variante. Vediamo come si prepara.

La cicerchiata di Carnevale è una ricetta tipica della gastronomia marchigiana di questo periodo di festa. E' molto simile agli Struffoli napoletani, dai quali ereditano la tipica forma di palline dorate. Come tutti i dolci di Carnevale vanno cotte in abbondante olio bollente, ma per i bambini è meglio evitare.

Ecco perché oggi vogliamo darvi le due versioni di questa ricetta: sia la cicerchiata di Carnevale cotta al forno sia la versione fritta in olio bollente. La prima è perfetta per i bambini, per i quali prevederete anche un impasto senza liquore, mentre per la versione per i grandi il Brandy darà un sapore in più al vostro dolce.

Scopriamo insieme come preparare la cicerchiata di Carnevale.

cicerchiata di Carnevale

Gli ingredienti della cicerchiata di Carnevale tipica delle Marche sono i seguenti: 6 uova, 600 grammi di farina, 1 po' di brandy (da evitare nella ricetta per i bambini), la buccia del limone grattugiata, 400 grammi di miele, 100 grammi di zucchero, olio d'oliva.

Impastate le uova con la farina, la buccia del limone e il brandy, ma solo se il dolce non è per i bambini, altrimenti saltate il liquore. Formate dei bigoli con l'impasto, che andrete a tagliare a pezzi piccoli e andrete a friggere in olio o strutto, muovendoli con la paletta di legno. Toglieteli dal fuoco quando sono dorati. Per rendere più leggero il dolce, adatto per i bambini, potete evitare il fritto e cuocere le palline in forno caldo a 200 gradi, finché non sono dorate.

In una pentola fate fondere lo zucchero, aggiungete il miele e poi le palline, mescolando per qualche minuto.

Foto | da Pinterest di marche tourism

Via | Senigallianotizie

  • shares
  • Mail