Le poesie sui bambini appena nati per fare gli auguri a mamma e papà

Per poter fare gli auguri alle neo mamme e ai neo papà, che ne dite di dedicare loro delle belle poesie ispirate ai bambini appena nati? Ci sono versi davvero commoventi.

Le poesie sui bambini appena nati possono essere un ottimo augurio che possiamo fare a tutti i neo papà e alle neo mamme, per celebrare la nascita del loro piccolo. Le poesie sui bambini ci fanno sempre commuovere, perché parlano delle creature più innocenti, più speciali, di piccole vite che si affacciano al mondo.

Le poesie sui bambini che sono nati da poco possono riempire biglietti di auguri pieni di affetto e di congratulazioni per la nuova famiglia che si è allargata con una nuova vita. Poesie davvero molto dolci che parlano di una nuova vita che è sbocciata e che deve essere difesa, per poter crescere sana e forte.

Ecco delle belle poesie sui bambini appena nati che possono fare al caso nostro.

Poesie per bambini appena nati

Quando tu ci sarai
la pioggia non ci bagnerà,
quando tu ci sarai
il tuono non ci spaventerà,
quando tu ci sarai
il vento non ci piegherà …
… e guarderemo il blu
oltre le nuvole,
scorgeremo l’aurora
al di là della notte,
scopriremo l’amore
dopo tanto dolore.
Quando tu ci sarai
ci sarai tu
e niente di più.

Ma chi sei tu
che ancor non conosco,
da sconvolgere
le mie sicurezze, la mia esistenza?

Come fai tu, così innocente
a costringermi
a lottare
pur di averti, pur di amarti?

Come riesci
a penetrare nelle mie ossa,
emozionare il mio cuore
e turbare la mia mente?

Come riesci
a rubare ogni mio pensiero,
appropriarti delle mie parole
e dipingere i miei sogni?

Come puoi essere
così lontano
e nello stesso tempo così vicino
da poterti persino sentire, toccare?

Come puoi essere
così piccolo,
ma tanto grande
perché io viva ormai solo per te?

Cosa avrò fatto io
di così bello
perché tu possa un giorno
chiamarmi papà?

Dubbi, pensieri,
ancora dubbi
ma una sola certezza… TU!

Sei venuta giù dal cielo

in una notte di mistero,
io ti vidi
e rimasi incantata.
da una fata mi fosti donata.
Tanti bei capelli neri
e occhi grandi pieni di misteri
il nasino piccino picciò
il tuo volto m'incantò.
Sei più bella di una stella
e nel cielo e' sicuro non c'è
una stella più bella di te
una bimba più bella di te.

Foto | da Flickr di misteral

Via | leradicieleali

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail