La passeggiata del neonato, i consigli e cosa portare

Una bella passeggiata è salutare a tutte le età, anche quando si è molto piccoli. Ecco qualche consiglio per portare fuori i bambini.

La passeggiata del neonato è un momento fondamentale. Ci sono mamme che fanno i chilometri per far addormentare i loro cuccioli, magari con le coliche e insonni. Se il bimbo è nato in pieno inverno, il primo mese le uscite vanno dosate: devono essere riservate solo alle visite, non a vere e proprie passeggiate (uscite di 10/15 minuti). Dopo il primo mese, il bambino ha bisogno di uscire e di stare un pochino all’aria aperta.

passeggiata neonato

In inverno, cercate di uscire nelle ore più calde, dalle 10 alle 12, o nel primo pomeriggio (entro le 17). Durante l’estate invece nelle ore più fresche, quindi la mattina e il tardo pomeriggio. Che cosa portare? Sicuramente una borsa con tutto ciò che può servire per un cambio al volo: dai pannolini, alle salviette, alla crema di zinco, una tutina, un cappellino. Nei mesi caldi anche una zanzariera, mentre nei mesi freddi, una ceratina, in caso di acqua.

Il bambino potrebbe poi utilizzare il ciuccio, quindi ci vuole un succhietto e delle salviette igienizzanti in caso possa cadere o essere appoggiato su un tavolo. Non deve mancare una copertina (leggera o calda a seconda della stagione). Se il piccolo è allattato, non ha bisogno di altro, mentre se siamo già in fase di svezzamento, abbiate con voi dell’acqua e una merenda.

Si può uscire se piove? È meglio di no, così come è consigliabile evitare le giornate di nebbia, non solo perché non è un clima salutare, ma anche perché può essere pericoloso. La passeggiata del bambino, inoltre, non deve essere lunghissima. Quando è piccolino basta anche un’oretta, per cambiare aria.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail