Primo mese di gravidanza: nel feto si formano cuore e cervello

Cosa accade alla mamma e al feto nelle prime 4 settimane di gestazione? I primi sintomi della gravidanza si fanno sentire, e nel nascituro si formano i primi organi, tra cui cuore e cervello


Dopo il radicamento dell'embrione nell'utero comincia la gravidanza vera e propria, la donna avverte i primissimi sintomi della sua mutata condizione, e, naturalmente, quel piccolo agglomeramento di cellule che è il futuro bambino inizia la sua organogenesi, la formazione degli organi interni e degli apparati.

Il primo mese di gravidanza inizia il primo giorno dell'ultimo ciclo mestruale e si conclude 4 settimane e 3 giorni dopo. Anche se in questa fase così precoce della gestazione la donna può anche non rendersi conto di essere incinta, in realtà le grandi modifiche del suo corpo stanno già avvenendo per via dell'azione ormonale, che si innesca subito dopo il concepimento.

Primo-mese-gravidanza

Infatti in queste settimane le cellule dell'embrione cominciano a differenziarsi e così una parte va a "costruire" il sacco del liquido amniotico, una parte diventa sacco vitellino, da cui si originerà il sistema vascolare, e infine una terza classe di cellule specializzate diventerà placenta. Naturalmente tutte le altre cellule si moltiplicheranno per permettere lo sviluppo del corpo del bambino e dei suoi organi interni.

A proposito di placenta, è proprio questo tessuto (chiamato trofoblasto) che permette la produzione dell'ormone Beta HCG (gonadotropina corionica), il quale aumentando nel sangue materno rappresenta anche la prima "spia" indicativa di una gravidanza in atto (rilevabile attraverso il classico test delle urine da fare in casa).

Tra le 4 e le 5 settimane di gestazione l'embrione (che in effetti è già feto, anche se viene definito tale solo dopo le 10 settimane di gravidanza), ha le dimensioni di un fagiolino (circa 2 mm) e comincia la sua organogenesi: infatti si formano i primi abbozzi del suo cuoricino e del cervello, ma anche della colonna vertebrale.

La futura mamma, a questo punto, può intuire di essere incinta perché le sue mestruazioni ritardano (amenorrea), e perché gli ormoni, in particolare l'aumento degli estrogeni nel sangue, provocano alcuni sintomi specifici come indolenzimento del seno (che aumenta anche di dimensioni), la tipica nausea gravidica, stitichezza e aumento dello stimolo alla minzione, stanchezza.

In questa fase delicatissima (quella più a rischio di aborto spontaneo), è importante che al primo sospetto di gravidanza la donna adotti comportamenti più salutari e prudenti, smettendo di fumare, astenendosi dall'alcool, evitando sforzi eccessivi e alimentandosi bene. Non è ancora tempo di effettuare la prima ecografia, ma in questo primo mese si può fare il test di gravidanza per avere subito la certezza della gravidanza. La "grande avventura" ormai è pienamente cominciata.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest

  • shares
  • Mail