Diventare mamma con l'adozione, emozioni e paure che accompagnano la nascita di una famiglia adottiva

Diventare mamma adottiva porta con sé le stesse ansie, le stesse emozioni, le stesse preoccupazioni che accompagnano una gravidanza.

Diventare mamma adottiva

Diventare mamma non è facile: affrontare la gravidanza, il parto, il periodo post partum, non è facile. Come non è facile diventare mamma adottiva, accettare magari l'impossibilità di avere un proprio figlio, intraprendere un percorso spesso difficile, tortuoso, rischio di insidie e di problemi burocratici come quelli che l'adozione, purtroppo, nasconde.

Diventare mamme adottive non è mai semplice: è una scelta forte, altruistica, che richiede un'introspezione di tutta la famiglia, che deve essere pronta ad accogliere un bambino rimasto solo, un bambino che, per diversi motivi che non stiamo qui a discutere, sta crescendo senza una mamma e un papà. Scegliere di prendersi cura di questo bambino, di amare incondizionatamente questo piccolo che non è cresciuto nel nostro pancione ma è cresciuto nel nostro cuore è un percorso davvero difficile.

Come le mamme che portano per nove mesi il loro bambino nel grembo, così le mamme adottive lo portano nel loro cuore, nel difficile percorso burocratico che porta all'adozione di un bambino. Così come la futura mamma in dolce attesa dona la vita al piccolo nel suo pancione, così la mamma adottiva dona tutto il suo amore e tutta la sua esistenza ad un bambino che è rimasto solo al mondo. E' sempre un gesto d'amore, importante e profondo, che non può essere spiegato, ma solo provato.

La donna che decide di adottare un bambino affronta le stesse emozioni e le stesse ansie di una donna in dolce attesa: i cambiamenti che la famiglia affronterà sono gli stessi, così come l'attesa sarà altrettanto lunga e ricca di preoccupazioni (talvolta, purtroppo, l'attesa di un bambino adottato arriva a durare anche molti anni, per una burocrazia lenta e ottusa che non persegue il bene dei piccoli e delle famiglie adottive). Ma è un attesa che, proprio come la gravidanza, porterà la donna (e anche il papà, ovviamente) ad accogliere il bambino che per anni ha sognato di avere tra le sue braccia.

Ed è in questo momento che l'avventura di mamma inizierà, dopo un'attesa che diventerà solo un lontano ricordo, perché i suoi sorrisi, le sue conquiste e il suo amore per noi ci faranno dimenticare tutte le sofferenze attraversate.

Foto | da Flickr di lizhaslam

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail