La ricetta per l'omogeneizzato di frutta fatto in casa

E' il primo cibo che viene dato al bebè in fase di svezzamento: l'omogeneizzato di frutta. Ecco la ricetta per prepararlo fresco in casa

In fase di svezzamento l'omogeneizzato di frutta è il primo cibo che viene proposto al bambino in alternativa al latte. E' dolce, ha una consistenza cremosa piacevole al palato e facile da mandare giù, si digerisce senza difficoltà. Iniziando, poi, con frutti non allergizzanti, come la mele e la banana, non c'è neppure il rischio che il bebè possa avare delle reazioni al nuovo alimento neppure se viene svezzato molto presto, a 4 mesi.

Per iniziare i pediatri consigliano di usare gli omogenizzati industriali, che sono fatti in modo da rispettare tutte le esigenze nutritive dei bambini e sono già privi di filamenti o parti del frutto non edibili per il bambino.

Ricetta-omogeneizzato-frutta

Inoltre, potete scegliere tranquillamente tra omogenizzati tradizionali e biologici, per andare sul sicuro. Ma se riuscite a procurarvi della buona frutta biologica (magari di vostra proprietà o procurata da coltivazioni biologiche di cui vi fidate), nulla osta a che la usiate per nutrire i vostri bambini. Preparare un ottimo omogenizzato di frutta fresca in casa non è difficile, vediamo come fare.

A seconda dell'età del bambino dovete scegliere la frutta più indicata. Per i primi mesi vanno bene mele, pere, susine, naturalmente banane, mentre per frutti più allergizzanti come le fragole dovrete aspettare ai 2 anni del bambino. Ad ogni modo, come ottenere la golosa purea? Per preparare, ad esempio, due vasetti da 150 g di buon omogenizzato di pera procuratevi 4-5 pere biologiche succose e dolci.

Sbucciatale, eliminate torsoli e filamenti e tagliatele in pezzi, ponetele in una ciotola e mescolatale con poco succo limone bio filtrato, quindi fate cuocere la frutta al vapore usando la classica pentola forata o quella in bambù. Passate le frutta nel mixer e riducetela in purea, quindi riempite i vasetti e, una volta raffreddato il contenuto, congelateli.

L'omogenizzato di frutta dura anche 3 mesi in congelatore, quindi vi conviene usare sempre prodotti freschi di stagione in modo da offrire alternative al vostro bambino. Dopo i 2 anni potete anche aggiungere un po' di zucchero ma è meglio che non abituiate subito il palato del vostro bebè ai gusti troppo dolci.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Foto| via Pinterest
Via| bollibollipentolino.com

  • shares
  • Mail