Come organizzare lo svezzamento? Sicuramente le prime pappe sono un momento delicato per ogni famiglia, perché rappresentano l’importante passaggio dal latte materno (o dal latte artificiale in biberon se non avete avuto l’opportunità di dare il vostro latte) a cibi più solidi e alla scoperta di nuovi gusti, nuove consistenze, nuove abitudini e routine.

Per poter organizzare lo svezzamento al meglio, chiediamo innanzitutto consiglio al nostro medico pediatra, che saprà dirci come iniziare, con quali cibi e come proseguire dal sesto mese al primo anno, momento nel quale solitamente finisce lo svezzamento e il piccolo dovrebbe essere in grado di mangiare tutto.

E’ il momento di sistemare il seggiolone o il rialzo da tavolo, a seconda della vostra scelta, e se optate per lo svezzamento classico con la preparazione delle prime pappine, acquistate anche un tritatutto o un omogenizzatore per poter ridurre tutto in un formato che anche i neonati di sei mesi possono mangiare con tranquillità.

Createvi anche una tabella nella quale giorno per giorno andate ad inserire gli alimenti che date al vostro bambino. E’ un sistema utile per vari motivi: saprete sempre cosa ha mangiato il vostro bambino, così in caso di problemi di salute potrete riferire con certezza al medico, e potrete così variare al meglio l’alimentazione settimanale, introducendo, in base all’età, tutti i nutrienti consigliati.

Un consiglio pratico: acquistate un bavaglino con le maniche e foderate il pavimento sotto il seggiolone con giornali vecchi. Con le prime pappe, soprattutto se il bambino vuol fare da solo e testare “con mano” quello che mangia, tenere tutto pulito potrebbe essere un problema!

Foto | da Flickr di cc511

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
Iscriviti alla nostra newsletter
Altro su Cronaca Leggi tutto