A che età mettere i bambini nel box

Qual è l’età giusta per mettere il bambino nel box? È molto importante aspettare che il piccolo stia seduto e non lasciarlo ore da solo.

Non bisogna avere fretta di mettere i bambini nel box. Per certi versi sono una prima tappa di autonomia, ma sono un modo per i genitori di sentirsi più tranquilli in casa: banalmente sapere che è nel box ci fa andare in cucina a bere un bicchiere d’acqua senza correre come matti. Le tappe dello sviluppo motorio variano da piccolino a piccolino. In linea di massima, imparano a stare seduti verso i sei mesi, sempre in questo periodo iniziano a stare sdraiati sulla pancia e a tenere su la testa.

Tra gli otto e i dieci mesi invece gattonano e tra i 12 e i 15 mesi prendono il via con i primi passi. Primi passi sinonimo di pericolo? Verissimo. Arrivano ovunque, toccano tutto e soprattutto cadono, battono la testa e così via. Il box può sembrarvi un rifugio sicuro e lo è, ma è anche una sorta di recinto e il bambino ha bisogno di essere libero e di esplorare.

Dai 6 ai 12 mesi potete quindi utilizzarlo, ma non lasciatelo all’interno per dei lunghi pomeriggi. Non sarebbe appropriato. Il bambino ha bisogno anche di giocare da solo e quindi il box è perfetto, ma per brevi pause, pause che potrebbero far comodo anche a mamma e papà per farsi delle docce. Quando il bambino inizierà a camminare difficilmente riuscirete a lasciarlo nel box, vorrà uscire e un po’ alla volta troverà il modo per “evadere”.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail