I bambini possono mangiare il prosciutto crudo?

I bambini piccoli possono mangiare il prosciutto crudo? Ecco cosa dicono gli esperti in merito a questo alimento.

I bambini possono mangiare il prosciutto crudo? Solitamente nel programma dello svezzamento viene indicato solo ed esclusivamente il prosciutto cotto, da utilizzare, ovviamente, in piccole quantità, perché non dimentichiamo che è un insaccato. Il prosciutto cotto andrebbe consumato 1 o 2 volte a settimana, al posto della carne, ma cosa dire invece del prosciutto crudo?

Sappiate che durante lo svezzamento il prosciutto crudo non andrebbe dato: bisognerebbe aspettare l'anno o i 18 mesi, scegliendo però un prosciutto crudo che sia magro e possibilmente che non contenga troppo sale o altri ingredienti poco salutari per i nostri piccoli. Il prosciutto crudo è altamente digeribile ed è ricco di ferro, proteine, vitamine del gruppo B, ma va sempre consumato con moderazione e mai prima dei 18 mesi.

L'età è indicativa: se è tassativamente vietato sotto i 12 mesi, possiamo dare da mangiare una porzione di 50 grammi per massimo due volte alla settimana al bambino che ha già cominciato a masticare bene, perché il prosciutto crudo è più filamentoso di quello cotto e quindi ha bisogno di una maggiore "abilità" nella masticazione.

Il prosciutto crudo deve essere di altissima qualità: deve essere il più magro possibile, di un colore uniforme rossastro e il prosciutto va conservato in frigorifero e consumato entro 24 ore dal momento in cui è stato affettato. Rivolgetevi sempre a un rivenditore di fiducia, che sappia consigliarvi al meglio per il prodotto migliore da dare ai vostri bambini.

Foto | da Flickr di manu_flickr_2010, pelice, comunicati, haydn

  • shares
  • Mail