Quanto costa la babysitter in estate?

Qual è il costo di una babysitter in estate (e non solo) in Italia ma anche in Europa. Ecco i risultati dell’indagine svolta da Sitly.

baby sitter

La scuola è finita, non tutti sono fortunati da poter partire subito per le vacanze e i genitori non sanno come intrattenere i figli. C’è chi scegliere i campus, chi gli oratori e chi preferisce una babysitter. Una nanny può essere anche un valido aiuto per chi ha più di un figlio e decide di farsi affiancare durante le ferie da una figura professionale valida. Ma quanto costa? Come dichiarato di recente da Assindatcolf, è 11 mila euro il costo medio annuale per il servizio baby sitter, per famiglia. Una voce importante nell’economia famigliare, anche in estate.

Un’indagine svolta da Sitly, piattaforma specializzata nella ricerca di babysitter online, per l’anno 2019, la tariffa media delle babysitter italiane è risultata di 8,06 euro (contro il 7,70 euro rilevato nel 2017). I prezzi variano molto da regione a regione. Per esempio a Bibione sull’Adriatico, Borgio Verezzi e Santo Stefano al mare in Liguria e, passando alla montagna, Selva di Val Gardena, il prezzo è 12 euro all’ora. Si scende a 11 euro a Marina di Ravenna, Ponte di Legno, nella zona dell’Argentario toscano e a Morgex in Val d’Aosta.

Se vi trovate a Cortina d’Ampezzo, Cormayeur e Ischia, nonostante le località siano rinomate, la babysitter costa 9 euro l’ora la media. Le zone meno care sono Lido Riccio, in provincia di Chieti, dove le babysitter chiedono 5 euro all’ora e Venetico Marina, in provincia di Messina, per 4 euro all’ora.

Per quanto riguarda i costi europei, l’Italia si colloca in posizione intermedia con 8,06 euro come tariffa oraria. In testa alla classifica c’è sicuramente la Danimarca, 15,91 euro, seguita dalla Norvegia, 10,21 euro. La Spagna si allinea all’Italia con 8,20 euro, mentre in Olanda il costo medio è di 7,40 euro e in Belgio 7,99 euro.

  • shares
  • Mail