Pancia bassa in gravidanza, che cosa significa?

La pancia bassa in gravidanza è un indicatore importante per le mamme ma non deve essere vissuta con allerta.

Ecco come capire se il bambino è in posizione cefalica

La pancia in gravidanza è in continua evoluzione. Vedrete il vostro addome gonfiarsi leggermente per esplodere nell’ultimo trimestre in un bel pancione e piano piano abbassarsi. Che cosa vuol dire?

Lo sviluppo del pancione è infatti s legato alla conformazione fisica della futura mamma, ma anche al numero di gravidanze già avute. È più facile che una donna piccola abbia una pancia più prominente, così come una donna che ha già avuto un figlio abbia fin da subito un pancino in bella vista. Il corpo registra le gravidanze già avute in passato.

Dopo essere esploso alla fine del secondo trimestre, nelle ultimissime settimane di gravidanza, la pancia potrebbe addirittura ridursi un pochino. Come mai? Se la testa è posizionata verso il basso la pancia si fa meno sporgente. In realtà tutto dipende dalla posizione del piccolino.

Le nonne sostenevano che dalla forma della pancia (tonda o a punta) si potesse comprendere se il bimbo fosse femmina o maschio. Non è una teoria con valenza scientifica. Quello che però è abbastanza sicuro è che la pancia tende ad abbassarsi quando si fa più vicino il parto. Nelle primipare, tuttavia, ciò può accadere anche quattro settimane prima rispetto all’evento. In realtà, la pancia bassa potrebbe semplicemente indicare che il bambino si è girato.

  • shares
  • Mail