Compiti delle vacanze: 150mila studenti non li ha fatti

Siamo alla corsa finale per finire i compiti delle vacanze, ma ci sono circa 150mila studenti che non li ha fatti e 250mila che li sta facendo tutti a settembre.

Le vacanze sono quasi finite e sono numerosi i bambini e i ragazzi che non hanno finito i compiti. Secondo pediatra Italo Farnetani, docente della Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta, sono circa 4 milioni gli studenti che si sono trascinati il lavoro, centellinandolo almeno in parte fino a settembre.

L’esperto all’Andkronos ha raccontato che circa 150 mila finiranno per non farli affatto.

“Sono 2 milioni gli alunni che si sono liberati del peso dei compiti subito dopo la fine della scuola o comunque entro il mese di luglio, rinunciando al tempo libero con gli amici, al relax e all'attività fisica per stressarsi sui libri e quaderni. Forse sono quelli che hanno ottenuto meno dai compiti estivi, in quanto si sono abituati a farli in modo demotivato. Inoltre, ora avranno dimenticato tutto, o quasi: non potranno giovare nemmeno dell'effetto ripasso".

A questo quadro si devono aggiungere circa 250 mila tra bambini e adolescenti che hanno invece concentrato tutti i compiti a settembre. Secondo il pediatra, sono anche gli studenti che hanno fatto la scelta migliore: si sono goduti le vacanze, sono arrivati riposati e allegri a settembre, e questi compiti fatti nell'imminenza dell'inizio dell'anno scolastico serviranno loro come ripasso efficace.

“Piuttosto il mio invito è rivolto ai ragazzi che sanno di aver accumulato lacune: sfruttate questi ultimi giorni per colmarle, prima di iniziare un altro anno scolastico in salita”.

  • shares
  • Mail