Decreto rilancio: bonus baby sitter e congedi parentali

Tutte le novità del Decreto rilancio per aiutare le famiglie, dal bonus baby sitter ai congedi parentali retribuiti.

Decreto rilancio

Ieri sera è stato presentato il Decreto Rilancio da parte del Premier Conte che ha illustrato tutti gli aiuti che il Governo metterà in campo per coordinare la ripartenza dell’Italia dopo il Coronavirus. Dato che le scuole rimarranno chiuse sono stati previsti anche aiuti per i genitori di bambini e ragazzini fino ai 14 anni. I genitori che hanno almeno un figlio minore di 14 anni e sono dipendenti del settore privato, possono usufruire dello smart working fino a fine luglio. A fine luglio infatti è fissata la fine dello stato di emergenza per il Coronavirus, anche se probabilmente verrà prolungato. Lo Stato sta prevedendo anche 150 milioni al Fondo per le politiche per le famiglie per potenziare i centri estivi e contrastare la povertà educativa

Smart working


Nei mesi scorsi hanno lavorato in smart working circa 2 milioni di italiani, nella fase 2 questo numero potrebbe salire fino a sei o otto milioni. Molte aziende sono state chiuse perché non essenziali, ma adesso sta ripartendo tutto e quindi bisognerà organizzarsi. La richiesta del lavoro agile va fatta dai dipendenti ed è subordinata alle caratteristiche della loro prestazione, in altre parole deve essere compatibile con quello che si fa.

Mariano Corso, responsabile scientifico dell'Osservatorio sullo smart working della School of management del Politecnico di Milano, ha spiegato:

“La fase 2 sarà più intensa della fase 1 sotto il profilo dello smart working, perché nel periodo dell'emergenza avevamo interi pezzi di filiere produttive bloccati. Ora, per consentire la ripresa delle attività che non possono essere svolte da remoto, come la manifattura, sarà necessario incentivare, nelle stesse aziende, lo smart working per coloro che invece possono lavorare da fuori, per evitare la compresenza di tutti nelle sedi. Ci sono poi una serie di attività anche non impiegatizie come la manutenzione e il controllo di determinati impianti, che grazie alla digitalizzazione si potranno svolgere in smart working".

Mariano Corso

Bonus baby sitter e congedo parentale


Il bonus baby sitter raddoppia a 1200 euro per chi non ne ha ancora usufruito e sale da 1000 a 2000 euro per i medici e gli operatori sanitari e si potrà utilizzare anche per i centri estivi. Chi ha figli sotto i 12 anni potrà contare su 15 giorni al mese di congedo parentale straordinario con retribuzione al 30%, fino a luglio.

Permessi 104


Sono stati previsti anche altri 12 giorni di permesso ex legge 104 per le situazioni di necessità.

  • shares
  • Mail