Bonus bebe 2013: le novità

Bonus bebe 2013

Il bonus bebè 2013 è un aiuto economico che lo stato e le regioni erogano per le famiglie in difficoltà economica. Rispetto ai bonus previsti negli scorsi anni, quello del 2013 si differenzia sia per la procedura che bisogna seguire per poterlo ricevere, sia per il tipo di erogazione che viene concesso alle famiglie che hanno appena accolto un nuovo arrivato.

Il bonus bebè 2013 è pensato appositamente per le mamme lavoratrici, che hanno necessità di tornare presto sul luogo del lavoro, trascorsi i 5 mesi di maternità obbligatoria, rinunciando così di fatto, per chi la potesse chiedere, alla maternità facoltativa. Infatti, il bonus bebè 2013 serve appositamente per pagare qualcuno che si prenda cura del nostro piccolo quando siamo al lavoro.

I nuovi bonus bebé 2013 dovranno essere utilizzati per pagare una baby sitter o la retta di un asilo nido. Saranno concessi esclusivamente alle mamme lavoratrici che rinunciano così alla maternità facoltativa ed avranno un ammontare di 300 euro erogato per un massimo di 6 mesi: la quota verrà versata con buoni lavoro (i voucher dell'INPS) per il pagamento di una baby sitter di vostra fiducia o come pagamento diretto all'asilo nido privato o pubblico, a patto che aderisca al progetto.

La domanda per ottenere il bonus bebè 2013 va fatta sul sito internet dell'INPS a partire dal mese di maggio. Lo possono chiedere tutte le mamme che hanno dato alla luce i loro piccoli dopo il primo gennaio 2013.

Ovviamente verrà stilata una graduatoria, a base nazionale, consultabile sul sito dell'INPS: avranno la precedenza le dichiarazioni ISEE più basse. Possono accedere al bonus anche le mamme che lavorano part time (il bonus sarà collegato al numero di ore lavorate) e alle mamme iscritte alla gestione separata, per le quali però il tetto massimo sarà di 3 mesi e non di 6.

I fondi saranno erogati fino al 2015, con uno stanziamento annuale diverso!

Via | Infoconsumatori

Foto | da Flickr di paparutzi

  • shares
  • Mail