Bambino non vuole dare la mano: come affrontare la situazione?

Bambino non vuole dare la mano: che fare? Scopri perché tuo figlio si comporta in questo modo e come affrontare la situazione

Ci risiamo, ti trovi in giro per strada o al supermercato insieme a tuo figlio, ma lui non vuole proprio saperne di darti la mano. In questo momento non puoi fare a meno di chiederti se il problema riguardi solo il tuo bambino o se si tratti di un comportamento che devono affrontare altre mamme e altri tanti papà. Ebbene, la “buona” notizia è che non sei la sola a dover fare i conti con un bambino che non ubbidisce e che non intende dare la mano quando si trova fuori casa.

Si tratta in realtà di un comportamento piuttosto frequente nei bambini, sia in quelli molto piccoli che nei bambini più grandicelli. Le cose, tra l’altro, si complicano quando al bambino in questione non piace stare in braccio né essere trasportato sul passeggino.

No, lui vuole solo camminare da solo come un bimbo grande, senza dover rendere conto proprio a nessuno.

Il che, se il bambino rimanesse incollato alla mamma o a un adulto di riferimento, non sarebbe neanche un grande problema. Il fatto però è che spesso i bambini adorano correre e nascondersi. Per loro, lo sappiamo bene, si tratta di un gioco divertente. Per noi si tratta invece di un trauma, che viviamo ogni volta che, voltandoci per un millisecondo, scopriamo che il nostro pargoletto si è andato a nascondere chissà dove.

Perché i bambini non vogliono dare la mano?

Alcune delle motivazioni le abbiamo già esaminate. Il bambino vuole assaporare l’indipendenza e la libertà, vuole esplorare l’ambiente circostante, e per farlo non può di certo tenerti per mano.

Inoltre, per i bambini correre liberamente e magari anche nascondersi è soprattutto un gioco. Non si rendono conto di quanto questo possa spaventare noi adulti. Infine, camminando autonomamente e senza dare la mano ai genitori, il bambino vuole dimostrare di essere perfettamente in grado di farcela anche da solo.

Insomma, se pensi che questo comportamento non abbia delle ragioni validissime di fondo, a quanto pare ti sbagli!

Nonostante ciò, è chiaro che in base alla situazione e al contesto non possiamo permettere al nostro piccolo di gironzolare da solo per strada o in un negozio affollato. Allora come fare a risolvere il problema?

Come affrontare la situazione?

Se il bambino o la bambina hanno un’età tale da permetterti di ragionare con loro, potrai spiegargli che ci sono dei posti in cui è permesso camminare senza manina, e altri in cui è obbligatorio dare la mano ai genitori. Nel dare questa spiegazione, assicurati che i tuoi bambini stiano prestando attenzione, guardali negli occhi e chiedi loro di ripetere ciò che hai appena spiegato. In questo modo ci sono migliori probabilità che ti ubbidisca.

Se ragionare con i bambini è fuori discussione (perché, ad esempio, hanno un’età che non permette loro di comprendere simili spiegazioni), c’è chi fa ricorso ad altri rimedi, come ad esempio un braccialetto di sicurezza (dotato di filo estensibile) da far indossare al bambino, in modo da permettergli di camminare in modo autonomo ma tenendolo sempre sotto controllo.

Foto da Pixabay