Mamma stanca e nervosa: 3 consigli per ritrovare la calma

Mamma stanca e nervosa: come ritrovare la serenità? Dai un’occhiata ai consigli per riprendere in mano la tua felicità

Hai presente quel preciso momento della giornata in cui senti che la pazienza ha salpato il largo e ti senti sopraffatta dallo stress e dal nervosismo? A ogni mamma può capitare di “sclerare”, di sentirsi stanca e nervosa, e di perdere la pazienza. Questo succede perché, in molti casi, a noi donne viene “chiesto” di occuparci dei bambini, del lavoro, della casa e di tutto ciò che riguarda la vita familiare ed extra-familiare.

Questo tipo di dinamica non riguarda tutte le famiglie, sia chiaro, ma sono ancora tanti i casi in cui è la donna a doversi sobbarcare gran parte delle incombenze, sia per quanto riguarda la crescita dei figli, sia per ciò che riguarda la gestione della casa e la routine familiare.

Una mamma stanca e nervosa è una mamma che, comprensibilmente, non può prendersi cura del proprio bambino, né di se stessa.

Mamma stanca e nervosa: cosa ti stressa?

Oggi più che mai una donna e una mamma deve barcamenarsi fra lavoro, insicurezze finanziarie, alte aspettative per il futuro dei bambini e una sempre più dilagante mancanza di supporto.

Abbiamo poco tempo per fare tutto e per farlo bene, e finiamo per chiedere troppo a noi stesse, andando incontro a quello che gli esperti definiscono un vero e proprio “burnout”.

Per affrontare la situazione, bisognerà cambiare modo di pensare sin dalle basi. Bisognerà imparare a mettere se stessi al primo posto. Se un genitore non si prende cura di sé e del proprio benessere, non potrà essere presente neanche per i suoi figli. Ecco perché la prima cosa da fare, se senti che ti stai avvicinando pericolosamente al burnout, sarà prenderti del tempo per te.

Vediamo quali sono i consigli da seguire per sentirti di nuovo bene e tenere alla larga l’ansia e lo stress.

3 consigli per mamme sull’orlo di una crisi di nervi

  1. Evita le persone negative: di quelle ce ne sono già abbastanza nella nostra vita, e di certo non sono le persone migliori da avere intorno, specialmente in questo momento. Se c’è una persona che suscita sensazioni negative (rabbia, tristezza, rancore, insicurezze, scoraggiamento) e che fa uscire la parte peggiore di te, cerca di evitarla per non minare il tuo benessere psicologico.
  2. Riconosci i segnali di stress: il cuore che batte più velocemente, confusione, rabbia, tendenza a gridare e a perdere la pazienza, scoraggiamento e profonda insicurezza … questi sono solo alcuni dei segnali di stress che devi imparare a riconoscere e affrontare. Se ti senti molto nervosa, prendi una pausa. Mettiti al primo posto e concediti del tempo solo per te, vai a fare una corsetta, esci a bere un aperitivo con le amiche, fai una nuotata. Fai tutto ciò che in quel momento ti fa stare bene.
  3. Metti il tuo partner “al lavoro”: dovrebbe essere scontato, ma purtroppo ancora oggi non lo è affatto. Basta fare un giro sui forum dedicati alle mamme per rendersene conto: spesso mariti e partner non sono di grande aiuto in casa. A badare ai bambini, ai pasti, alle pulizie e al proprio lavoro fuori casa sono quasi sempre le mamme. A lungo andare, tutto ciò diventerà sempre più stancante, e ti porterà a perdere il controllo e la serenità.

Se senti di non riuscire a superare questo momento, parlane con le persone a te più vicine. Loro potranno aiutarti a gestire tutto con più calma ed equilibrio. Se necessario, non sottovalutare la possibilità di rivolgerti a una psicologa. Grazie al suo aiuto potresti imparare a gestire le situazioni in maniera più salutare e con maggiore calma e consapevolezza.