Bambino di 8 anni salva 6 persone dalle fiamme ma muore con lo zio disabile

Un bimbo di 8 anni è riuscito a salvare sei persone dalle fiamme dell'incendio che aveva avvolto la sua casa, ma è morto nel tentativo di salvare uno zio disabile


SPAIN-FIRE

E' grandiosa e terribile la storia del piccolo Tyler Doohan, bambino-eroe di 8 anni che è riuscito a salvare dalle fiamme 6 persone, prima di morire a sua volta. La cosa che colpisce, è che il decesso del bimbo è avvenuta ancora nell'estremo tentativo di salvare la vita ad uno zio disabile, costretto in sedia a rotelle.

Questa storia di eroismo infantile arriva da Penfield, una località situata nello stato di New York (USA), dove il piccolo Tyler si trovava ospite dei suoi nonni e in compagnia dei cuginetti, in una casa mobile prefabbricata, una di quelle strutture semoventi che in genere vengono "parcheggiate" in appositi campi, ma che certo non possono essere considerate come vere e proprie case, perché la loro caratteristica è quella di potersi spostare, proprio come dei grossi camper.

Insomma, sicuramente avere capito di che tipo di abitazioni stiamo parlando perché le avrete viste in tanti film, almeno. Ebbene, lunedì mattina (20 gennaio), alle 5 del mattino, il piccolo Doohan è stato svegliato da un incendio provocato, secondo i primi accertamenti, da un corto circuito elettrico. Il bambino, però, nonostante la paura e la tentazione di scappare via, prima di tutto ha pensato a salvare la vita dei suoi tre cuginetti, poi della giovane zia (la madre dei bambini) e del suo fidanzato.

Infine, dopo avere messo in sicurezza i più giovani del clan, è ritornato alla casetta in fiamme per tentare di salvare anche lo zio più anziano, disabile in carrozzella, e il nonno. Ma in questo estremo gesto di eroismo, ha perso la vita, morendo come un piccolo vigile del fuoco nel compimento del proprio dovere. Il piccolo Tyler era in momentanea "trasferta" dai nonni perché il giorno dopo sarebbe stata festa a scuola, e quindi aveva ottenuto il permesso dai suoi genitori di stare un po' con i cuginetti più piccoli, che ora gli devono la vita.

La famiglia di Tyler non naviga in buone acqua, così il sito web Youcare ha organizzato una colletta per pagare le onoranze funebri. Noi non possiamo che riferirvi questa storia, e sperare che ora Tyler abbia ricevuto le ali di angelo che si è guadagnato per il suo estremo atto di altruismo e il sacrificio della sua vita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail