Come abituare il bambino all'assenza della mamma quando nascerà il secondo figlio

Quando la mamma darà alla luce in ospedale il suo secondo bambino, come verrà presa dal figlio maggiore l'assenza della sua mamma da casa per qualche giorno? Ecco come abituare il piccolo in vista del ricovero in ospedale.

Abituare il bambino all'assenza della mamma

In vista del parto sono moltissime le cose alle quali bisogna pensare: se per il primo parto avete pensato a preparare la stanza del nuovo arrivato, il corredino del bebè, la valigia per il parto e tutto il necessario per accogliere in casa un nuovo cucciolo, ecco che con l'arrivo del secondo bambino a tutto questo dovete aggiungere qualcos'altro.

Dovete mettere in conto, infatti, che per almeno tre giorni non sarete a casa: dal momento del parto e per i giorni successivi fino alle dimissioni di mamma e bebè, non sarete tra le mura domestiche. Come potrebbe reagire il figlio maggiore all'assenza della mamma? Se è già abituato, perché magari ogni tanto mamma va via per lavoro, non c'è di che preoccuparsi. Diversa, invece, la situazione se il piccolo è sempre abituato a vedere mamma a casa.

Dopo aver preparato il bambino all'idea che arriverà un fratellino, dobbiamo anche fare i conti con i giorni di assenza della mamma. Se ancora non è abituato a dormire solo con il papà o a dormire con i nonni (visto che presumibilmente il papà sarà accanto a voi al momento del parto), è bene cominciare ad abituarlo per tempo, per evitare uno choc che potrebbe mettere in crisi tutta la famiglia in un momento tanto delicato. Senza contare il fatto che il bambino potrebbe percepire l'arrivo del fratellino come un distacco, seppure temporaneo, dalla mamma e non essendo abituato potrebbe provare forte il sentimento dell'abbandono.

Il consiglio è quello di abituare il piccolo nei mesi precedenti alla data presunta del parto a dormire dai nonni o da chi si occuperà di lui quando voi e il papà sarete in ospedale: almeno una volta al mese e anche solo per una notte fatelo dormire dai nonni o da zii con bambini piccoli come lui. Coinvolgetelo nella preparazione della valigia che gli servirà, proponendogli l'esperienza con il sorriso sulle labbra: potete far finta che si tratti di un bel campeggio. Fategli portare anche dei giocattoli se vuole: potrebbero essere oggetti che gli ricordano casa e quindi potrebbe tranquillizzarsi solo vedendoli.

Nei giorni dell'assenza della mamma, potete anche chiedere ai nonni di venire a dormire a casa vostra, se non volete destabilizzare il piccolo: ma solitamente i bambini, anche i più restii all'inizio, sono sempre ben felici di dormire dai nonni, che in quei giorni potranno coccolarli e viziarli un po' di più!

Foto | da Flickr di whappen

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail