Nascite in Italia mai così basse, i dati dell'Istat

In Italia stiamo assistendo ad un drastico calo delle nascite: i dati del nuovo rapporto dell'Istat, infatti, ci dicono che abbiamo raggiunto il minimo storico. In Italia nascono sempre meno bambini, forse anche per colpa della crisi economica che stiamo attraversando?

La crisi economica ha messo a dura prova le famiglie italiane e secondo i recenti dati resi noti dall'Istat, nel suo rapporto del 2014, stiamo assistendo ad un calo delle nascite mai raggiunto prima, tanto da aver raggiunto i minimi storici, con le 515mila denunce di nascita effettuate.

Proprio a causa della crisi economica e della recessione, che non sembra dare tregua al nostro paese intrappolato in dati che non lasciano molto spazio alla speranza, le nascite sono diminuite notevolmente rispetto agli anni passati. Secondo quanto reso noto dall'Istat, infatti, nel 2013 abbiamo raggiunto un nuovo minimo storico.

All'anagrafe sono stati iscritti meno di 515mila bambini, uno dei dati peggiori degli ultimi 20 anni: il precedente record negativo in materia di calo delle nascite, infatti, risaliva al 1995, quando i bambini nati e registrati all'anagrafe erano 12mila in più.

I bambini nati sono 64mila in meno negli ultimi cinque anni, con un calo decisamente netto a partire dall'anno in cui ha avuto inizio la crisi economica. Dal 2008 le nascite sono diminuite, mentre dall'altro lato la speranza di vita per uomini e donne è aumentata notevolmente, con dati superiori rispetto alla media europea. Il nostro indice di vecchiaia è tra i più alti del mondo.

Nascite in calo in Italia

Foto | da Flickr di a4gpa

Via | Repubblica

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail