Come cambiare il pannolino al neonato con 5 consigli pratici

Come cambiare il pannolino al proprio bebè in modo facile e veloce? Ecco 5 consigli per effettuare questa operazione senza intoppi

E' una delle prime "operazioni" che i neogenitori devono abituarsi a compiere per l'accudimento del proprio neonato una volta rientrati con lui a casa: il cambio del pannolino.

Prima si impara a farlo bene e velocemente, meglio è perché soprattutto nei primi tempi sarà un compito da effettuare molte volte al giorno. Il bebè deve restare a contatto con la sua urina e le sue feci il meno possibile, onde evitare o ridurre al minimo il rischio di irritazioni da pannolino e infezioni.
Nappy Change
Il metodo per cambiare il pannolino viene perfezionato da mamme e papà con la pratica, ma è importante sapere fin da subito come gestire l'operazione, quali sono gli accessori e i prodotti per l'igiene necessari da avere a portata di mano, e sopratutto come detergere alla perfezione il sederino e i genitali del nostro bambino per farlo sentire asciutto e pulito (come dice la pubblicità).

Sono in genere le ostetriche durante la degenza ospedaliera - ma prima ancora durante il corso pre parto - a spiegare alla mamme (e ai papà), come cambiare il pannolino al loro bimbo, ma ricapitoliamo i vari passaggi seguendo i consigli dei puericultori (ne abbiamo riassunto 5):


  1. Prima di adagiare il bebè sul fasciatoio, sistemate vicino a voi tutto l'occorrente per non dover correre a cercarlo lasciando il bebè con le gambette per aria. Servono: una bacinella con acqua tiepida (se non siete in prossimità del lavandino), salviettine umidificate, una pomata anti arrossamento a base di ossido di zinco, del talco o dell'amido di riso, e naturalmente il pannolino già aperto e pronto all'uso (potete anche scegliere quelli riutilizzabili)


  2. Stendete sempre un asciugamano sul fasciatoio o sul piano dove intendete cambiare il vostro bambino

  3. Tenete a portata di mano anche un cambio di abbigliamento pulito in caso il neonato abbia sporcato la sua tutina
  4. Detergete la zona ano-genitale con acqua tiepida (mai troppo calda o fredda) con un sapone neutro (va bene anche quello di Marsiglia per bambini), con manovra che vada sempre dai genitali all'ano e mai viceversa, un consiglio valido soprattutto per le bambine, più a rischio di contrarre infezioni. I batteri fecali non devono entrare in contatto con vulva, vagina e orifizio uretrale
  5. Con un unico gesto sollevate le gambe del bebè, togliete velocemente da sotto al sederino il pannolino sporco e procedete alla detersione. Prima di infilare il pannolino pulito applicate sulla pelle delicata del neonato la pomata anti arrossamento e cospargete tutta la zona con il borotalco (non vi preoccupate, non è pericoloso!). Facile, no?

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail