Stuprate 120 milioni di adolescenti nel mondo secondo l'Unicef

Hidden in Plain Sight, l’ultimo rapporto Unicef sulla violenza sui minori, svela che sono oltre 120 milioni le bambine e ragazze che hanno subito uno stupro nel mondo.

Bambine e adolescenti vittime di violenza fisica e psicologica. Si parla spesso di questo tema, così delicato e drammatico, ma sono pochi i numeri che rendono l’idea di quanto enorme questa situazione a livello mondiale. Secondo l’ultimo rapporto Unicef presentato al Palazzo di Vetro a New York sono circa 120 milioni le ragazzine con meno di 20 anni stuprate. 'Hidden in Plain Sight' si basa sull’analisi statistica basata sui dati provenienti da 190 Paesi.

bambine-unicef

Non è tutto, il 20 percento di tutte le vittime di un omicidio ha meno di 20 anni e più di uno studente su tre tra i 13 e i 15 anni è regolarmente vittima di bullismo. E poi quasi la metà di tutte le ragazzine di età compresa tra i 15 e i 19 anni (circa 126 milioni) credono che un marito sia giustificato a picchiare la moglie in certe circostanze.

È una situazione paradossale, frutto di una cultura sessista e maschilista. Non a caso la percentuale supera l’80 percento delle Adolescenti in Paesi come Afghanistan, Guinea, Giordania e Mali. Non bisogna però puntare il dito sempre sul Terzo Mondo, anche in Occidente la situazione non è rosea: in Svizzera, per esempio, secondo una ricerca nazionale condotta nel 2009 sui giovani tra 15 e 17 anni, rispettivamente, il 22% delle ragazze e l’8% dei ragazzi hanno subito almeno una volta una violenza sessuale con contatto fisico. La forma di abuso sessuale più comune, per entrambi i sessi, avviene attraverso internet, i social media e le chat.

Sempre l’Unicef svela che 84 milioni di adolescenti (15-19 anni), ossia 1 su 3 fra quelle che hanno una relazione stabile, è stata vittima di violenza psicologica, fisica o sessuale da parte del marito o del partner.

Via | Unicef

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail