Come conciliare lavoro e famiglia: una buona organizzazione aiuta

Lavoro e famiglia sono spesso due impegni faticosi da conciliare. Organizzarsi rigidamente è sicuramente la strada più facile.

Conciliare lavoro e famiglia con una buona organizzazione è la soluzione migliore per non affondare e soprattutto per riuscire a gestire ogni cosa nel migliore dei modi. Come si fa? Ci sono mamme che vorrebbero tanto una bacchetta magica o un portafoglio illimitato per poter spendere tra babysitter, nidi, colf e tate a tempo pieno senza dover far quadrare i bilanci. In realtà, la maggior parte delle famiglie ha un bilancio da ottimizzare e la fatica maggiore pesa sulle spalle delle mamme.

famiglia

L’organizzazione deve variare in base all’età del bambino, che avrà nel corso della giornata impegni diversi: nido, scuola, corsi sportivi. Provate a fare uno schema della settimana tipo, considerando a che ora dove uscire di casa per andare in ufficio, accompagnare il pargolo a destinazione, che probabilmente dovrà aver con sé una merenda e i libri. Non è detto che l’incombenza spetti alla mamma, magari è più comodo il papà.

Per pranzo, torna a casa, va dai nonni o mangia in mensa? Questo è il secondo step. Il terzo invece considera il pomeriggio: dove lo passa? Quanti corsi deve fare a settimana (nuoto, calcio, danza, inglese, ecc)? Studia nel pomeriggio o la sera. Una volta giunti a casa, ci sono diverse cose da fare: preparare la cena, controllare i compiti, lavarsi, ecc (ovviamente non è detto in quest’ordine) e andare a nanna.

La gestione della casa resta un altro problema: il weekend di solito è adibito alla spesa (se non la fate online), mentre molto spesso la sera si stira o si pulisce a rotazione una stanza.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail