Ricominciare a preparare pappine per il secondo figlio non è facile

Non credevo fosse possibile, ma ricominciare a preparare pappine per il secondo figlio, dopo che la prima ormai mangia come noi, non è così facile come poteva sembrare: mi sono dimenticata tutto!

Preparare le prime pappe per il secondo figlio? Una passeggiata, pensavo io. Quando il pediatra mi ha dato il via libera per iniziare lo svezzamento, dicendomi di iniziare con calma, quando ero pronta io ed era pronta lei e facendo le stesse cose che avevo fatto con la prima bimba, ho pensato: "Ok, è facile, ci sono già passata una volta, sarà una passeggiata".

E invece arrivato il momento fatidico per iniziare lo svezzamento con le prime pappe, il panico: da cosa comincio? Cosa davo ad Alice? Come preparavo il tutto? Sembra assurdo, ma dopo tre anni e mezzo dalle prime pappe della primogenita e dopo che ormai da tempo mangia tutto quello che mangiamo noi, non ero più abituata a pensare per una bambina di sei mesi.

Quando ho scoperto di essere incinta ho pensato che con la seconda sarebbe stato tutto più facile, anche perché magari arei optato per l'autosvezzamento, ma ammetto il mio limite: la paura che un pezzo i pappa possa andarle di traverso mi ha fermata dal mio proposito. E così, eccoci qui, di nuovo con le pappine.

Ammetto di aver richiesto tutto dall'inizio al pediatra (che mi ha guardato come per dire "Ma non l'ha già fatto una volta?"), che ha avuto pazienza. Ed ho chiesto anche ad amiche al secondo figlio, che hanno affrontato da poco lo svezzamento. E dopo un po', eccomi di nuovo qui alle prese con brodini e omogenizzati, come se il tempo fosse tornato indietro...

Ci è voluto un po', ma adesso sono rientrata nell'ottica "prepara il brodino ogni giorno a Sara", ma non è stato facile, perché abituata a preparare la cena per una bimba di quasi 4 anni, ritornare a sei mesi è stato un bel tuffo nel passato. Fortuna che Sara ha molta pazienza con la sua mamma... :)

pappine per il secondo figlio

Foto | da Flickr di sergiomaistrello

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • Mail