I 5 motivi per non allattare al seno

Allattare al seno o non allattare? Se vi state chiedendo che cosa sia giusta, ecco i nostri consigli in caso di difficoltà.

Bambini-allattati-seno-intelligenti

Allattare al seno è molto importante per la salute del neonato presente e futura e sono innumerevoli anche i benefici per la mamma. È vero però che, oggi, abbiamo in caso di difficoltà il latte artificiale o la donazione di latte materno con cui supplire questa pratica. Rinunciare all’allattamento senza provarci non è corretto ma non deve essere neanche frustrante e debilitante. Ecco quindi i motivi per non rinunciare al biberon:


  • La mamma soffre di depressione o ha paura di essere sull’orlo di un esaurimento
  • La mamma ha il rifiuto. L’amore materno arriva, arriva sempre, ma non si accende con un interruttore e i primi giorni potrebbero essere un po’ più difficili del previsto.
  • La mamma deve seguire delle cure farmacologiche o deve fare degli esami invasivi (per es. con mezzo di contrasto).
  • La poppata è troppo faticosa per tutti: il bambino non si vuole attaccare, la madre piange e ha male, non si dorme in due, ecc. se dopo qualche settimana, la situazione non cambia, provate il biberon.
  • Il bambino non cresce: il latte della mamma è l’alimento migliore però il vostro bimbo non cresce. Che si fa? Con il pediatra si passa serenamente all’artificiale.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail