Perdere i capelli in gravidanza, cause e rimedi

La caduta dei capelli in gestazione e in allattamento preoccupa molto le donne. Da che cosa dipende?

Perdita-capelli-dopo-gravidanza

Perdere i capelli in gravidanza è un problema assolutamente comune e non deve spaventare. Tra l’altro, non si risolve con il parto, perché potreste andare avanti con questo disturbo anche per tutto l’allattamento. Come mai? E’ una questione ormonale, come sempre. Nulla che non sia reversibile. Di solito tutto rientra con l’avvio dello svezzamento o l’abbandono dell’allattamento.

Consideriamo che la gravidanza è un evento molto stressante per il nostro corpo e abbiamo bisogno di un po’ di tempo per riprenderci completamente. Ci sono poi donne che vivono l’esatto contrario: hanno un aumento dei capelli e chiome più forti. Come vivere questo problema? Con serenità, perché è una cosa che noterete solo voi. La prima cosa da fare è mangiare bene.

La dieta è fondamentale per la salute della mamma e per il corretto sviluppo del feto. E non solo, aiuterà le vostre unghie e i vostri capelli. Potrebbero essere ideali dei trattamenti alla cheratina, che sicuramente rinforzeranno le chiome. Evitate invece colorazione: come sempre in gestazione sono consigliabili solo le tecniche che non toccano la radice, ma per renderli più forti è meglio lasciarli naturali e magari tagliarli un pochino.

Possono essere indicati degli integratori alimentari: potreste continuare con un complesso vitaminico a base di acido folico, vitamina B6 e biotina, fondamentali per la crescita dei capelli. Sono ottime fonti di biotina sono le mandorle, i cetrioli, i cavoli, le cipolle, l’avena, le noci ed i cavolfiori. Inoltre, quando li lavate fate dei bei massaggi al cuoio capelluto per stimolare il follico e il flusso sanguigno ed evitate un uso aggressivo di phon e piastre.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail