Stop al passeggino dopo i 4 anni: rallenta la crescita

Superati i 4 anni, il passeggino dovrebbe essere regalato o riposto in cantina: i bambini devono camminare.

Sta diventando un costume comune quello di portare a spasso i bambini in passeggino anche dopo i 4 anni di età. Perché mai? I piccoli hanno gambe sane per camminare e dovrebbero utilizzarle, più spesso di quello che fanno. Ma la colpa non è dei figli pigroni, ovviamente, ma dei genitori.

Dopo i 4 anni il passeggino dovrebbe essere riposto, ma oggi troppi genitori tendono a condizionare i figli, non rispettandone i tempi. Così ricorrono troppo a lungo a strumenti come il passeggino, che aiuta a bloccare il bambino, a portarlo dove si vuole e a tenerlo sotto controllo.

Ha dichiarato Maria Rita Parsi, psicologa e psicoterapeuta, presidente della Fondazione Movimento Bambino Onlus.

È pesante e impegnativo accompagnare un bambino nella sua crescita, ma solo consentendogli di esplorare il mondo, seguendo i suoi tempi e rispettandoli, non si finisce per ostacolarne lo sviluppo psicofisico. Oltretutto il bimbo così si disabitua a camminare, a muoversi. Con effetti negativi su peso e salute.



Via | La Stampa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail