Filastrocche di Halloween divertenti e paurose: le più belle da insegnare ai bambini

Le filastrocche più belle da insegnare ai bambini in vista di Halloween: spaventose quanto basta!


Ci siamo quasi, Halloween è alle porte: quale migliore occasione per insegnare ai bambini le più divertenti e paurose filastrocche a tema?

Quelle raggruppate sotto sono filastrocche corte e lunghe, da stampare e leggere insieme ai bimbi.

Non vi resta che scegliere da quale iniziare: buon divertimento!


Nella casa della paura


    Nella casa della paura
    sembra inchiostro l’acqua pura,
    sembra un pipistrello un fiore,
    i minuti sembrano ore.

    Nella casa dello spavento
    sembra molle il pavimento,
    sembra un rospo la saliera,
    un serpente la ringhiera.

    Lunedì da casa mia
    la paura è andata via
    e le cose sembran cose
    e le rose sono rose.

    Martedì dalla mia casa
    se n’è andato lo spavento:
    cento amici l’hanno invasa,
    han portato luce e vento!

Roberto Piumini

La notte di Halloween


    In ogni casa una zucca pelata
    per questa notte un poco stregata
    e una candela la illumini dentro
    bella diritta e proprio nel centro.
    Tanti fantasmi verranno alla porta
    con gli occhi tondi e la bocca storta
    e di sicuro vorranno un dolcetto
    con la minaccia di uno… scherzetto!

365 Fiabe, storie e filastrocche


Filastrocca paurosa



    Scuri vampiri,occhi feroci maghi barbuti, orride voci.
    Streghe nasone rimestan pozioni
    mostri tremendi a tutti i portoni.
    Candele tremanti in zucche svuotate,
    orchi, fantasmi e bacchette fatate.
    Maschere brutte eppur divertenti
    per spaventare amici e parenti
    e fare scherzi in gran quantità
    a chi dolcetti in casa non ha!

    Formula magica
    contro i brutti sogni

    Brutto sognaccio
    Pauroso e tremendo
    Te ne approfitti che stavo dormendo
    Ma ora son sveglio
    E ho aperto gli occhi
    Vediamo se adesso mi tocchi!

di Bruno Tognolini

Streghe


    Fuoco brucia, bolli paiolo..
    Occhio di tritone, dito di rana,
    Pelo di nottola, lingua di cane,
    Forca di vipera e punta d’orbetto,
    Zampa di ramarro, ala di gufetto,
    Per una fattura che faccia male,
    Bolli e ribolli brodo infernale.

William Shakespeare
filastrocche-di-halloween-bambini.jpg

Strane cure

    Aiuto! Ho bisogno di un dottore
    mi son beccata un brutto raffreddore
    e stasera c’è la festa stregata:
    devo essere subito curata!

    Ma il mio pediatra non è più di turno
    e manderanno quello del servizio notturno.

    Dopo dieci minuti arriva un tipo strano,
    entra in casa deciso con la siringa in mano.

    Dice: Siero di vipera, questa puntura
    ti abbasserà di colpo la temperatura,
    e per levarti quel brutto catarro
    ti darò questo sciroppo di ramarro,
    ma siccome ti vedo un po’ confusa
    voglio farti una spremuta di medusa.

    Mi sembra di essere guarita all’istante
    al pensiero d’ ingoiare quella roba orripilante.

    Lo dico a quel dottore, che a me pare un vampiro,
    ma purtroppo mi viene un forte capogiro.

    Lo vedo che stai male, cara figliola,
    e non mi piace affatto il tuo nasino che cola;
    sarà molto meglio che le mie cure non rifiuti
    se non vuoi trovarti a fare centomila starnuti.

    Ok, d’accordo, ingoierò quella robaccia
    perché l’ultima sua frase mi pare una minaccia.

    Stasera qualcuno mi ha giocato un brutto tiro.

    Ormai non ho dubbi: il dottore è un vampiro!!!

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail