Le regole di sopravvivenza alle passeggiate con due bambine

Armatevi di pazienza e di tanto tempo, perché le passeggiate saranno lunghissime...

Organizzare le giornate con due figli

Passeggiare con le bambine in primavera è proprio piacevole: arriviamo da un lungo inverno, nel quale il tempo di permanenza alle fredde temperature veniva ridotto al minimo e ora, complici i primi soli e le temperature più gradevoli, non vediamo l'ora di uscire per lunghe passeggiate. Già, ma quando le bambine sono due, bisogna armarsi di tanta pazienza.

La piccola ha meno di 2 anni e usiamo ancora il passeggino, anche se spesso capita di lasciarlo a casa (o meglio, di essere costretti a non usarlo, perché è rimasto in auto e l'auto è al lavoro con il babbo...). In questi casi, ecco come attrezzarsi per sopravvivere:


  • Armatevi di pazienza: le loro gambe sono corte, non possiamo pretendere che facciano la maratona.

  • Armatevi di tempo, tanto tempo: se avete fretta, forse è meglio optare per un altro mezzo di trasporto che non siano le vostre gambe.

  • Non dimenticatevi mai l'acqua, ve la chiederanno di continuo.

  • Portate delle giacche a vento che si possono facilmente chiudere, per non avere l'impiccio di tenere i giubbotti in mano.

  • Scegliete un percorso facile e con qualche attrattiva per le bambine: così potranno fermarsi ogni tanto ad ammirare il panorama, le vetrine...

  • Prevedete qualche sosta lungo il percorso, sperando che ci siano delle panchine. Altrimenti, tutte per terra o sul prato!

  • Occhio ai tempi: ricordatevi che dopo l'andata, c'è sempre il percorso di ritorno, quindi non esagerate con le distanze. E magari al ritorno chiamate il babbo o qualcun altro che venga a recuperarvi se avete abusate con i chilometri.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail