Sterilizzatore portatile per ciuccio: opinioni e prezzi

Tra gli accessori pensati per le neomamme c'è lo sterilizzatore portatile per ciuccio: ecco le opinioni a riguardo

Tra gli accessori pensati per le mamme alle prese con i propri bimbi c'è lo sterilizzatore portatile per ciuccio. Trattasi di uno sterilizzatore che permette di eliminare germi e batteri sul ciuccio quando si sia fuori casa e non si possa ricorrere all'utilizzo di acqua o disinfettanti. Ma serve davvero?

Iniziamo con il dire che l'aspetto di tali sterilizzatori rappresenti un incentivo all'acquisto: sono piccoli, di facile trasporto, dai colori vivaci e possono essere inseriti tranquillamente in borsa. Funzionano generalmente sia a pile che a corrente elettrica, e promettono di eliminare un'altissima percentuale di batteri e germi dal ciuccio avvalendosi dell'azione dei raggi UV i quali, agendo sugli stessi, li rendono inattivi. Ogni ciclo di sterilizzazione dura pochissimi minuti ed un segnale sonoro ne indica il completamento. Possono, infine, essere utilizzati con qualsiasi tipo di ciuccio.

Ciò premesso, alcune mamme lamentano il fatto che la sterilizzazione interessi solo la punta del ciuccio e non anche la parte in plastica, che entra comunque in contatto con la bocca del bambino. Non solo, l'alimentazione a pile coprirebbe pochi cicli rendendo vana la natura dell'accessorio pensato, appunto, per chi ne abbia necessità fuori casa.  Altre mamme lamentano il fatto che la sterilizzazione effettuata sia insufficiente e che l'accessorio non si adatti esattamente ad ogni modello di ciuccio. Ancora, una volta effettuata l'operazione, secondo alcune mamme il ciuccio emetterebbe un cattivo odore.

In conclusione, secondo molte non sarebbe esattamente un prodotto indispensabile da possedere.

Veniamo ai prezzi: questi variano dai 15 ai 25-26 euro: ottima idea regalo per neomamme quando si voglia fare un pensierino.

Foto | Pinterest

  • shares
  • Mail