Quarantaquattro gatti: il testo della canzone per bambini

Ecco il testo di Quarantaquattro gatti, la famosa canzone per bambini che vinse lo Zecchino d'Oro nel 1968

Quarantaquattro gatti: il testo della canzone per bambini

Una improbabile riunione dei numerosi gattini del quartiere rappresenta quanto narrato dalla famosa canzone per bambini "Quarantaquattro gatti".

Il brano, che partecipò e vinse la decima edizione dello Zecchino d'Oro, è tutt'oggi uno dei più famosi proveniente dalla famosa kermesse musicale.

Interpretato, nella sua versione originale, da Barbara Ferigo, una bimba di Gorizia di 4 anni, è stato nel tempo riproposto diverse volte, anche da Cristina d'Avena.

Si tratta di una delle canzoni dello Zecchino d'oro più divertenti e pronte ad infondere allegria: perchè non insegnarla, dunque, ai vostri bimbi?

Ecco, sotto, il testo .


Quarantaquattro gatti

Nella cantina di un palazzone
tutti i gattini senza padrone
organizzarono una riunione
per precisare la situazione.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Loro chiedevano a tutti i bambini,
che sono amici di tutti i gattini,
un pasto al giorno e all'occasione,
poter dormire sulle poltrone!

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Naturalmente tutti i bambini
tutte le code potevan tirare
ogni momento e a loro piacere,
con tutti quanti giocherellare.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
si unirono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attorcigliate,
in fila per sei col resto di due.

Sei per sette quarantadue,
più due quarantaquattro!

Quando alla fine della riunione
fu definita la situazione
andò in giardino tutto il plotone
di quei gattini senza padrone.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
marciarono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code dritte dritte,
in fila per sei col resto di due.

Quarantaquattro gatti,
in fila per sei col resto di due,
marciarono compatti,
in fila per sei col resto di due,
coi baffi allineati,
in fila per sei col resto di due,
le code attrorcigliate,
in fila per sei col resto di due,
col resto di due.

Foto | Via Pinterest

  • shares
  • Mail