Vaccini obbligatori: quali sono, quando farli ed effetti collaterali

Quali sono i vaccini che devono essere fatti dai nuovi nati che desiderano essere iscritti agli asili nidi e alle scuole materne.

vaccinazione

Per frequentare gli asili nido e le scuole materne, i bambini da settembre 2017 dovranno essere vaccinati. È quanto ha stabilito il governo qualche settimana fa approvando il nuovo decreto legge sul tema. Ma quali sono i vaccini obbligatori, quando bisogna farli e quali sono gli effetti collaterali?

12 vaccini obbligatori

I vaccini obbligatori sono 12. Alle quattro vaccinazioni già obbligatorie (antidifterica antitetanica, antipoliomelitica e antiepatite virale B) si sono aggiunte:


  • •anti-pertosse
  • •anti- meningococco B
  • •anti-meningococco C
  • •anti-morbillo
  • •anti-rosolia
  • •anti-parotite
  • •anti-varicella
  • •Haemophilus influenzae

Quando vanno somministrati?


  • 3 mese - Il primo appuntamento con il vaccino arriva a 61 giorni dalla nascita del bimbo con l'esavalente (poliomelite, tetano, difterite, epatite B, pertosse ed haemophilus influenzae di tipo B) + pneumococco coniugato. Dopo 15 giorni si somministra la prima dose di meningococco B (e quella contro il rotavirus per chi la desidera).
  • 4 mese – primo richiamo di meningococco B e Rotavirus.
  • 5 mese – primo richiamo di esavalente e pneumococco coniugato (devono passare circa 15 giorni dalla dose di meningococco b).
  • 6 mese - Terzo richiamo del meningococco B
  • 11 mese - Terza dose dell'esavalente
  • 13 - 15 mese- prima dose di quadrivalente contro morbillo-parotite-rosolia-varicella e somministrazione anti-meningococco C

  • 6 anni - Seconda dose del tetravalente e quarta dell'esavalente.
  • 12 anni – vaccino HPV per le bambine

Quali sono gli effetti collaterali?

I vaccini sono ben tollerati. Di norma nelle 72 ore dopo la somministrazioni potrebbero manifestarsi febbre, irritabilità, inappetenza, difficoltà a dormire, pomfi o dolori nella zona dell’iniezione, vomito o diarrea. Sono rari, ma talvolta succede. Come passano? Si risolvono spontaneamente in massimo 3 giorni e si possono aiutare i bambini con del paracetamolo e della pomata all’arnica nella zona dolorante.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail