Vaccini obbligatori, papà di una bimba immunodepressa scrive a Zaia

Il papà di una bambina malata scrive a Zaia in merito ai vaccini obbligatori.

Vaccini

Nicola Pomaro è il papà di una bambina immunodepressa, che ha deciso di scrivere una lettera al Governatore del Veneto Zaia, che ha annunciato di ricorrere contro il decreto che prevede l'obbligo delle vaccinazioni.

Egregio Governatore Zaia, ho appreso dagli organi di stampa che si accinge a fare ricorso presso la Corte Costituzionale contro il decreto Lorenzin sull'obbligo vaccinale. Non lo faccia, è un errore gravissimo. Finché l'obbligo vaccinale non verrà ripristinato, la mia bambina immunodepressa continuerà a rischiare la vita ogni giorno. Come lei, molti altri bambini.

Nel luglio 2015 la figlia aveva 3 anni ed era sana, ma si ammalò di una malattia grave e mortale del midollo osseo. La piccola si è salvata dopo lunghe cure e un intervento, ma come ricorda il papà

decine e decine di bambini vivono lo stesso calvario ogni anno al Centro Trapianti del Reparto di Oncoematologia di Padova, che ormai conosciamo molto bene. Tante malattie diverse, una cosa in comune: l'immunodeficienza.

La loro vita dipende anche dal fatto che i bambini intorno a loro siano vaccinati, impedendo così a germi potenzialmente fatali per loro di circolare.

La copertura vaccinale in Veneto è scesa pericolosamente da quando è stato tolto l'obbligo vaccinale. Questo è un fatto, chi lo nega è in malafede. Questo fatto rappresenta un pericolo mortale per mia figlia e le migliaia di bambini nella sua condizione.

Via | Ansa

  • shares
  • Mail