Cipro: dopo un anno papà ritrova figli e moglie in un campo profughi

Dopo un anno, un papà siriano ritrova la famiglia in un campo profughi a Cipro.

Ammar Hammasho

Ammar Hammasho non vedeva da un anno i suoi quattro figli e la moglie, dopo essere partito dalla Siria alla volta di Cipro in cerca di lavoro. Immaginate la sua gioia quando finalmente li ha potuto rivedere in un campo profughi. La moglie e i bambini di 7, 5, 4 anni e 18 mesi erano arrivati nel campo di Kokkinotrimithia, a Cipro, insieme ad altri 250 profughi siriani. E lui se lo sentiva che in mezzo a loro c'era anche la sua famiglia.

Ammar Hammasho ha lavorato a Cipro nell'ultimo anno, inviando soldi alla famiglia per fuggire dalla Siria. Dopo un lungo anno, il momento dell'incontro è stato immortalato da Yiannis Kourtoglou, fotografo della Reuters.

La polizia mi aveva detto che dovevo aspettare ancora mezzora. Ma non ce l'ho fatta e appena li ho visti sono corso verso di loro per baciarli.

La sua famiglia ha viaggiato in mare per più di 24 ore dopo essersi imbarcata in Turchia, a Mersin.

La mia casa in Siria è ridotta in polvere, non possiamo vivere lì. Non abbiamo un posto dove stare, abbiamo anche perso uno dei nostri figli. Quando la guerra finirà torneremo a casa. E' il nostro paese.

Ammar Hammasho

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail