Neonato, quale ciuccio scegliere?

Qualche consiglio per acquistare il ciuccio più adatto al proprio bambino e soprattutto alla sua bocca.

ciuccio.jpg

Il ciuccio per i neonati sono accessori molto importanti, perché rappresentano un surrogato della suzione. Il bambino invece di bere il latte dalla mamma o semplicemente attaccarsi al seno come coccola utilizza il ciuccio, che lo calma e lo culla. È rassicurante ed è consolatorio. Quale scegliere? Questo è uno dei grandi dilemmi. Bisogna puntare sulla qualità e su quei ciucci che garantiscono uno sviluppo armonioso dei denti.

La prima grande scelta da fare è tra il silicone, che non assorbe odori, non si deforma e non si alterano nonostante le continui sterilizzazioni, e il caucciù, che è una gomma naturale e quindi potrebbe modificarsi. I primi sono adatti ai piccolissimi, i secondi dopo i sei mesi.

Per quanto riguarda la tettarella (che si differenzia tra a ciliegina, a goccia o anatomica) , scegliete quella che il bambino gradisce di più purché sia studiata per rispettare i cavo orale e non abbia impatto negativo sulle strutture della bocca. Interessanti anche le mascherine, che possono essere tonde (le più classiche) o a farfalla (di solito sono molto estese).

Ricordate che il ciuccio va sostituito spesso (ogni due mesi se la tettarella è danneggiata) e comunque ha delle taglie (in base ai mesi), che vanno rispettate.

  • shares
  • Mail