Nonni troppo presenti, come gestire la loro invadenza?

Il rapporto con i nonni può essere difficile quando sono un po’ troppo invadenti. Ecco qualche consiglio per trovare un giusto equilibrio.

A grandfather is playing with a little baby who is grabbing his glasses

Molto spesso i nonni sono troppo invadenti. Non è cattiveria, non è neanche voglia di mettere il genitore in difficoltà, è proprio la mancanza di comprensione che dovrebbero esserci dei limiti da rispettare. Cara mamma e cara papà, rifletti però su un fattore: qual è il nonno sconfina troppo? Non è mai il tuo genitore, ma è quasi sempre il suocero o la suocera. Questo dovrebbe essere indicativo del problema.

Il rapporto che hai instaurato con la famiglia di lei o di lui non è mai paragonabile a quello che hai con la tua famiglia. I suoceri, seppure tu sia affezionata, sono comunque degli estranei e quando cercando di insinuarsi in un aspetto privato, come l’educazione del figlio, è davvero complesso accettarlo senza sentirsi violati o giudicati.

Se l’invadenza è verificata anche dal partner, che è il diretto interessato, potete cercare di parlare con il nonno. Non va aggredito e non va giudicato. Cercate di non correggere il suo comportamento, semmai di spiegare quali sono gli obiettivi con cui state educando il vostro bambino, obiettivi che dovrebbero essere condivisi da tutti.

Inoltre, l’unico modo per evitare l’invadenza è non concedere troppo spazio. Lo so, è una brutta affermazione. Ma se voi avete bisogno e il bambino passa la maggior parte del tempo con i nonni è inevitabile che il nonno si senta in diritto di dire la sua o di intervenire. Per evitare queste situazioni, dovreste – sempre che sia possibile – appoggiarvi il meno possibile o dargli degli incarichi molto ben definiti.

  • shares
  • Mail