Salerno, neonato ustionato durante il primo bagnetto in ospedale

Ha ustione sul 20 percento del suo corpo ed è stato trasferito da Salerno a Napoli, il neonato ustionato dalla puericultrice durante il primo bagnetto.

Photo of a premature baby in incubator. Focus is on his feet and toes. The doctor is touching him to check his reflexes. There are cables and tubes in the out-of-focus area.

Un neonato, a poche ore dalla nascita, è rimasto ustionato durante il primo bagnetto all'ospedale San Giovanni di Dio e Ruggi d'Aragona di Salerno. Si è tratto di un errore umano, si è giustificata la struttura che ha diramato una nota in cui spiega la dinamica dell'episodio e riconosce le responsabilità degli operatori.

Attualmente le condizioni del bambino sono:

"stabili, è in culla termica, respira autonomamente e si alimenta da solo. Ha una ustione di secondo grado che copre il 20% del corpo e interessa la parte alta degli arti inferiori e i glutei".

Ha poi proseguito ricostruendo la vicenda

"Nella mattina di ieri un neonato venuto alla luce da poche ore è rimasto scottato durante il primo bagnetto nel Rooming Inn. La responsabile di reparto ha chiamato per consulenza il chirurgo pediatrico che, valutate le manifestazioni cutanee, ha ritenuto preferibile il trasferimento precauzionale nella terapia intensiva neonatale dell'ospedale Cardarelli di Napoli, per garantire al piccolo la migliore assistenza possibile".

Sono state presentate le scuse alla famiglia a nome della direzione strategica e di tutta l'azienda.

“Non si tratta di un atto formale, ma di un atto sostanziale: sono eventi che non dovrebbero mai capitare".

Secondo quando ricostruisce Il Mattino, la puericultrice al momento del bagnetto era impegnata al cellulare e avrebbe lasciato una allieva ad effettuarlo da sola, non rispettando l’obbligo di controllo.

  • shares
  • Mail