Mamma multata dal Tribunale perché ostacola il rapporto padre-figlio

Il Tribuna di Milano ha multato una mamma per aver ostacolato il rapporto tra il padre e il suo bambino.

Natale-litigio-genitori

Il rapporto tra papà e bambino deve essere preservato. Lo ha ben capito una mamma dopo essere stata multata dal Tribunale di Milano. La donna dovrà pagare 50 euro tutte le volte che ostacolerà nuovamente le visite paterne. Durante le separazioni dei coniugi capita spesso che i genitori si facciano piccoli dispetti e si contendano l’amore dei figli, con scenate di gelosie.

In questo caso, succedeva che il ragazzino fosse costretto a passare a casa di mamma tutti i giorni per recuperare i libri di scuola o l’attrezzatura necessaria per le attività pomeridiane. Non solo, il piccolo aveva anche due telefonini: uno da usare a casa della mamma con i numeri degli amici, l’altro da usare da papà per chiamare solo la mamma.

Il Tribunale di Milano ha esaminato la situazione e ha dichiarato inammissibile un tale comportamento: ogni volta che il bambino sarà obbligato a tornare a casa per cambiare i libri o prendere materiale necessario extra scolastico, la mamma dovrà pagare 30 euro all’ex coniuge. Come risarcimento al tempo sottratto. Se verrà negato, in modo immotivato, il permesso di passare la giornata o la notte già stabilita con il padre, la mamma dovrà sborsare ben 50 euro.

I giudici hanno specificato che la donna è una brava mamma, molto attenta e molto legata al figlio, deve solo imparare a condividere il ruolo di genitore.

  • shares
  • Mail