Bambini abbandonati in auto: in autunno potrebbero essere obbligatori i dispositivi di allarme

Per prevenire l’abbandono dei bambini in auto, il Governo potrebbe rendere obbligatori i dispositivi di allarme.

Seggiolino auto portatile omologato pieghevole o gonfiabile

L’abbandono dei bambini in auto è un tema molto attuale e per questo motivo la Commissione Trasporti ha iniziato l’esame delle proposte di legge per l’introduzione dell’obbligo di installazione di dispositivi per prevenire l’abbandono di bambini in auto. Secondo i dati raccolti, infatti, 1 genitore su 4 ammette di aver dimenticato il figlio in auto.

Come sappiamo i bambini che restano in macchina da soli al caldo per anche poche ore possono morire velocemente di ictus. Secondo i dati presentati dal produttore del primo dispositivo anti abbandono Remmy in un’audizione alla Commissione trasporti della Camera, nel 2018 ci sono stati già 45 casi e 12 solo nell’ultimo mese.

Tra le proposte del Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Toninelli, c’è la modifica dell’art. 172 del Codice della Strada, che potrebbe diventare legge dal prossimo autunno. C’è poi al vaglio un dispositivo elettronico che avvisa, attraverso un’app installata sul proprio smartphone, di aver dimenticato il proprio figlio sul seggiolino. Ecco le parole del ministro su Facebook:

"Una piccola modifica all’articolo 172 del Codice della strada può essere fondamentale per salvare la vita dei nostri figli, per evitare che da una banale distrazione scaturisca una tragedia che segna per sempre un padre, una madre, una famiglia. Sono un papà che, come tanti, vive in tempi complicati e stressanti che possono portare a distrazioni, la vita dei nostri figli vale il costo di 100 euro a Iva agevolata” del nuovo dispositivo”.

  • shares
  • Mail