La mamma si suicida e la figlia sopravvive 4 giorni a pane e burro

La mamma, alcolizzata e depressa si suicida, e la figlia di 3 anni sopravvive mangiando pane e burro per quattro giorni.

mamma si suicida e la figlia sopravvive 4 giorni

È sempre triste rendersi conto di quanti bambini siano abbandonati a loro stessi o vivano con genitori che hanno bisogno di aiuto, qualche mese fa una bambina ha vissuto per 4 giorni nella stessa casa con la madre morta. Aimee Louise Evans era una donna di 28 anni di Port Talbot - nel sud del Galles – che era depressa e alcolizzata, una sera dopo l’ennesima delusione amorosa ha perso il controllo e si è suicidata. La cosa davvero assurda è che si è tolta la vita lasciando a casa da sola la figlia di tre anni che è sopravvissuta mangiando pane e burro prima che qualcuno la trovasse.

La donna aveva mandato un criptico messaggio di aiuto alla madre ma non è stata capita o magari la situazione è stata sottovalutata. I vicini dicono che non sembrava depressa e nessuno sospettava avesse dei problemi di alcool, ma oggettivamente una persona che beve tutte le sere ed è un’alcolista si vede. Purtroppo siamo tutti troppo egoisti e non guardiamo al di fuori del nostro orticello e davanti al disagio e ai problemi degli altri tendiamo ad allontanarci.

Aimee Louise Evans poteva essere una madre migliore, ma avrebbe potuto ricevere un po’ di aiuto, ciò non toglie che nessuno si è preoccupato di una bambina di tre anni che ha subito un trauma davvero assurdo, rimanere 4 giorni in casa con la madre morta non è una cosa che si supera facilmente. Speriamo che almeno adesso la famiglia e soprattutto lo Stato si assicurino che la bimba abbia tutto l’aiuto e il sostegno necessari per vivere il resto della sua vita al meglio.

Via | corriere
Foto | iStock

  • shares
  • Mail