Ristoranti vietati ai bambini dopo le 17: succede in Germania

Un ristorante tedesco ha deciso di non accogliere più minori di 14 anni dopo le 17.

I bambini sono il futuro del mondo, ma a tavola – soprattutto quando non sono i tuoi – danno fastidio. È una realtà diffusa. E non solo danno fastidio agli ospiti del ristorante, ma anche allo stesso ristoratore che si ritrova clienti vocianti, che sporcano e che mangiano poco. In Germania, Rudolf Markl, proprietario di un ristorante a Binz, sull'isola di Rügen, sulla costa tedesca del Mar Baltico, che ha deciso di non consentire più l’ingresso agli under 14 dopo le 17.

"Gli ospiti si sono lamentati che volevano passare una bella serata, con una cena e una bottiglia di vino, e più e più volte i bambini hanno rovinato tutto"

ha detto il proprietario di Oma's Küche, così si chiama il ristorante, nel caso qualche coppia di single in lettura in questo momento volesse segnarselo.


"Gettano il cibo in giro, giocano a carte, urlano a squarciagola, si infilano sotto ai tavoli e gli altri ospiti perdono la pazienza".

Secondo Rudolf i bambini sono sempre più maleducati e la colpa non è dei piccoli, ma dei genitori che non si preoccupano abbastanza del disturbo che un bambino può dare agli altri clienti del locale. E così è giunto a una decisione: dal 13 agosto gli adulti di zona hanno a disposizione un’oasi di serenità, lontani da pupazzetti, urla, pianti e schiamazzi. Ma quali sono gli effetti sugli affari di una scelta così radicale? La clientela ha apprezzato e anche tanti colleghi, che hanno sostenuto la sua scelta coraggiosa.

  • shares
  • Mail