Colombina, maschera della commedia dell'arte: significato e storia

Colombina è una maschera della commedia dell'arte: significato e storia della fidanzata di Arlecchino.

Colombina

Chi è Colombina? È una maschera della commedia dell'arte e come ogni maschera ha la sua storia e il suo significato profonda. Il personaggio di Colombina è conosciuto soprattutto perché è la fidanzata di Arlecchino. Ma la sua storia è molto interessante e merita di essere raccontata ai più piccoli.

Colombina incarna il ruolo della servetta nella Commedia dell'Arte. Lo stesso personaggio, a seconda dell'epoca o del paese, può avere altri nomi: Franceschina, Corallina, Ricciolina, Smeraldina, Spinetta, ma anche Arlecchina e Marionette. Il volo della Colombina è un rito tradizionale del Carnevale di Venezia che vede una donna (ma non solo) scendere dal Campanile di San Marco verso Palazzo Ducale, nel volo dell'angelo.

Colombina è una ragazza intelligente, che parla molto ed è maliziosa. Non è quasi mai la protagonista, ma grazie a lei si possono risolvere problemi che sembrano insormontabili. È un personaggio molto vivace, di bell'aspetto. Veneziana di origine, è una servetta molto dedita alla sua padrona, mentre non ama chi brontola o le manca di rispetto. Ama spesso dire delle bugie per salvare la situazione. Ha di solito un semplice vestito da contadina con un grembiule allacciato sopra e in testa una cuffietta. Le varianti sono diverse e talvolta porta anche un vestito che ricorda quello del suo ben più famoso fidanzato, quell'Arlecchino che veste un vestito patchwork dai mille colori che di solito piace molto ai bambini.

Colombina è, infatti, la fidanzata di Arlecchino (tavolta sulla scena è apparsa anche come moglie) e gli rimane sempre fedele, anche se deve sempre far fronte alle attenzioni di Pantalone, padre di Rosaura molto severo che spesso viene proprio raggirato dalla servetta.

Foto iStock

  • shares
  • Mail