Amelia, la bimba Down che racconta il mondo attraverso un cartoon

“The WINGS of Amelia” racconta dell’esperienza che Amelia, una bambina di 5 anni, fa nell’incontrare la sua unicità: la Trisomia 21 o Sindrome di Down.

Amelia non è una semplice bambina di 5 anni che gioca felice, è diventata un’eroina protagonista di un cartone animato dove interpreta se stessa e prova a mostrare il mondo dal suo punto di vita. I suoi sono occhi speciali, che vedono oltre la sua sindrome di Down e che le permettono di osservare il mondo in modo diverso. Un po’ come il Piccolo Principe.

Il cartoon «Le Ali di Amelia-The Wings of Amelia», nasce da un’idea della mamma Angelica Riboni, aiutata dalle sorella Caterina e Olivia, di 15 e 17 anni, ed è la prima puntata di una serie di produzioni educative (in italiano e in inglese) che l’associazione Torre dell’Oca, fondata nel 2016 in Puglia, si propone di realizzare affrontando le varie tematiche di diversità.

«In un mondo dove, per necessità, siamo costretti ad omologarci almeno un po’, ci piace l’idea di andare contro corrente e dire: attenzione, in realtà nel mondo ogni cosa è diversa, e lo siamo anche noi!».

Ha raccontato la mamma e ha aggiunto:

«Siamo partiti dalla sindrome di Down perché io conosco questa realtà come mamma, ma abbiamo in programma di affrontare tutti gli universi delle differenze per offrire nuove strade per l’inclusione».

Il video «Le Ali di Amelia» è già stato presentato in alcune scuole elementari e medie nell’ambito di percorsi educativi sperimentali e ha partecipato al Social World Film Festival e al Festival del Cinema Nuovo 2018. Ma è solo l’inizio per questo cartoon, perché sono previsti 78 episodi.

Via | Associazione Torre dell'Oca

  • shares
  • Mail