Lavoretto per la Domenica delle Palme: la ghirlanda con rami di ulivo

Se volete coinvolgere i bambini nelle festività pasquali potete iniziare con un lavoretto per la Domenica delle Palme, come la nostra ghirlanda con rami di ulivo.

Lavoretto per la Domenica delle Palme

La Domenica delle Palme è la festività che precede la Pasqua ed è una ricorrenza che ai bambini piace sempre molto, è bello il rito della palma da benedire e conservare, la raccolta delle Uova di Pasqua, le ricette e il clima di rinascita che si respira. Oggi vi proponiamo un lavoretto per la Domenica delle Palme, la ghirlanda con rami di ulivo che è un progetto semplicissimo e carino che potete fare con i bambini e decorare a piacere. La ghirlanda con rami di ulivo è davvero carina e potreste anche farla benedire in chiesa e tenerla per ricordo, come vuole la tradizione, per tutto l’anno fino alla prossima Pasqua.

La ghirlanda con rami ulivo si prepara in poche mosse, dovete però procurarvi dei rami di ulivo veri, ma basterà informarvi o chiedere al vostro fioraio di fiducia, in questo periodo si trovano abbastanza facilmente appena fuori città.

La base della ghirlanda potete farla con un telaio di legno oppure con del fil di ferro, si può anche usare una gruccia per vestiti in alluminio, tirando un po’ si apre e potete cambiare la forma. Arrotolate i rametti di ulivo sul telaio o sul fil di ferro e fermateli con dello spago o della lenza oppure con delle fascette di plastica che dovete poi nascondere con delle foglie di ulivo disposte “strategicamente”.

Una volta sistemata la ghirlanda dovete mettere filo per poterla attaccare, vi basterà attaccarlo in un qualsiasi lato. A questo punto, fissato il punto in cui la ghirlanda verrà appesa potete aggiungere delle decorazioni, potete mettere una decorazione pendente al centro, come un ovetto decorato, una colomba di legno o di cartoncino oppure un disegno fatto dai bambini. Un’altra opzione è attaccare qualche decorazione direttamente sul telaio, sempre usando il fil di ferro.

Foto | da Pinterest di milli moruso e CAFElab Architects

  • shares
  • Mail